Maggio 21, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cordoba e l’Italia rinnovano l’accordo di cooperazione culturale – Web de Avvisi

  • Ciò consentirà di continuare a promuovere l’insegnamento della lingua e della cultura italiana nelle scuole della provincia.
  • Gli studenti potranno ottenere un Certificato Internazionale di Competenza in Italiano (CILS) al termine dei loro studi.
  • Rinnovo del Protocollo d’Intesa firmato tra l’Ambasciata e la Provincia di C கோrdoba nel 1997.

Questo venerdì, il Governatore Juan Shikarotti Firmato Accordo di cooperazione culturale Tra C கோrdoba e l’Italia Promuovere l’insegnamento della lingua e della cultura italiana Nelle scuole della provincia.

Alla firma hanno partecipato anche il Ministro dell’Istruzione ei suoi colleghi per le relazioni sociali, l’etica e la comunicazione. Walter Grahov e Paolo Cassinario Rispettivamente; Ambasciatore d’Italia in Argentina, Fabricio Lucentini; Presso il Consolato Generale in C கோrdoba, Italia, Giulia Campegio; E il segretario di coordinamento regionale, George Montoya.

Comprensione, con un periodo di tre anni, Si tratta di un aggiornamento lanciato nel 1997 alle stesse condizioni Tra l’ambasciata e la provincia di C கோrdoba.

Questo accordo andrà a beneficio degli studenti delle scuole raggiunti attraverso questa collaborazione culturale e possono ottenerlo Attestato internazionale di conoscenza della lingua italiana (CILS) Ottenuto dopo l’esame, al termine delle ispezioni.

Il popolo di Crdoba è lieto di confermare questo accordo con la Repubblica Italiana, che significa ristabilire e rinnovare i nostri rapporti con l’Italia a Cர்ட.” Disse il governatore.

Durante il suo intervento, il Presidente ha celebrato che ora verrà insegnato nelle scuole dislocate in tutta la provincia.L’italiano è la lingua della nostra provincia, motivo per cui mi piace insegnare l’italiano in più di 50 scuole.”.

L’ambasciatore ha ringraziato C கோrdoba per la sua accoglienza e ospitalità durante la sua prima visita provinciale. “Mi sento a casa, penso lo stesso sentimento di tutti gli italiani che vivono in questa provincia. disse l’ufficiale.

Lucentini ha inoltre sottolineato “Gli italiani in particolare, gli argentini ei cardoani, condividono molte cose. Si dice che circa il 70 per cento della popolazione di C கோrdoba sia di origine italiana. Condividiamo valori, democrazia, libertà e amore per il lavoro, migliorando lo stato di noi stessi e dei nostri figli”.

Aggiungo: “Questo accordo è molto importante perché ci permette di continuare e rafforzare le relazioni verso il futuro e di preservare i valori che condividiamo. Gli studenti sono il futuro del rapporto tra l’Italia e Crdoba”.

Inoltre, l’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires, attraverso il Consolato d’Italia in C கோrdoba, Programma di formazione per insegnanti di italiano Nelle scuole partecipanti. A sua volta, l’Ambasciata d’Italia, attraverso la propria ambasciata, effettua la consegna del materiale didattico alle istituzioni scolastiche.

Gestione fisica

Per raggiungere gli obiettivi di questo progetto, l’Ambasciata a Buenos Aires, Italia, attraverso il Consolato Generale d’Italia in C கோrdoba, utilizzerà un’immagine. Societa ‘di gestione.

L’organizzazione è responsabile del rispetto di questo piano di cooperazione culturale della sua gestione economica e attraverso la sua valutazione. Consiglio di Amministrazione Fatto da un rappresentante Consolato Generale d’Italia a CrdobaUn rappresentante Governo della Provincia di CrdobaE un rappresentante Societa ‘di gestione.

Le scuole sono state raggiunte di comune accordo

Firmando questo accordo, il governo Crdoba insegnerà l’italiano nelle seguenti scuole con status di curriculum:

  • Capitale: Liceo “Alejandro Carbó”; numero IPEM. 270 “Scansione. Manuel Belgrano”; numero IPEM. 196 “Alicia Morrow de Justo”; numero IPEM. 43 “Hippolyto Yirikoen”; numero IPEM. 39 “Don Bosco”; numero IPEM. 195 “Tenente. Pedro Ignacio Fagiolo”; numero IPET. 251 C கோrdoba Air Garrison”; IPETyM n. 246 Amadeo Sabattini; IPEM n. 268 “Deán Funes”; Scuola “20 giugno”; Scuola Nicholas Avelenada.
  • Generale San Martino: numero IPEM. 180 “Rafael Oblicado” (Ticino).
  • Colon: numero IPETyM. 69 “Juana Manzo de Noronha” (Gesù Maria); numero IPEM. 349 “Giovanni Bosco” (Colonia Karoya); numero IPEM. 165 “Pbro. Bonoris ”(Colonia caria); Numero IPET yM. 83 “Dott. Rene Favloro ”(Colonia Trolliana); Scuola della “Repubblica d’Italia” (Colonia Karoya); IPETyM N°73 “Margarita Weild de Paz” (La Calera).
  • Quarto quarto: numero IPEM. 283 “Frey M. SQ” (Rio Quarto); numero IPEMyT. 280 “Agostino Tosco” (Colonnello Molts); Scuola “Maria Eva Duarte” (Rio Quarto).
  • Santo Giusto: Scuola Normale Superiore “Nicholas Avellaneda” (San Francisco); numero IPEM. 315 “Jose Hernandez” (San Francisco); numero IPET. 50 “Ing. Emilia F. Olmos” (San Francisco).
  • Mark Juarez: numero IPEM. 276 “Dott. Ricardo Colossini”(Croce Alta); numero IPET. 47 “Norberto José. Quadri”(Busti Carroll); Scuola Secondaria Superiore “Crawl. Manuel Belgrano” (Marcos Juarez).
  • Terzo livello: numero IPEM. 72 “Gioventù Unita” (Oliva).
  • Juárez Selman: numero IPET. 100 “Benita Arias” (La Carlotta).
  • Rock senza pena: Scuola “Manuel Belgrano” (Lapule).
  • Secondo fiume: numero IPEM. 341 (Manfredi).

La provincia, inoltre, favorirà l’insegnamento della lingua italiana Altre scuolePubblico o privato, Loro chiedono.

READ  Mostre Sanjuanense in Italia - Il Sole di San Juan del Rio