Agosto 15, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Coronavirus: la variante Omicron si diffonderà come Delta, secondo l’OMS

Il Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) Questo venerdì ha detto che non c’è dubbio che l’alternativa Omicron Il coronavirus si diffonderà, come ha fatto Delta, e ha invitato i governi a esaminare attentamente i dati che raccolgono all’interno dei loro confini e a valutare i loro rischi per adottare misure di contenimento appropriate.

“Possiamo essere sicuri che questa alternativa si espanderà. Anche Delta è iniziata in un posto ed è ora l’alternativa dominante”, ha detto oggi ai giornalisti il ​​portavoce dell’OMS Christian Lindmeier.

La variante Delta, inizialmente rilevata in India nel secondo trimestre del 2020, rappresenta attualmente oltre il 90% dei casi globali di COVID-19.

“Una volta rilevata una variante e avviato il monitoraggio, se ne trovano sempre di più. Funziona così, quando viene rilevata è perché c’è già una serie di stati da qualche parte”.

Notifiche recenti indicano che Micron si stava già diffondendo in Europa prima che Botswana e Sudafrica segnalassero la scoperta della variante sequenziando il genoma del virus trovato nei test diagnostici. A partire da venerdì, è stato identificato in 38 paesi, secondo gli ultimi dati dell’OMS.

L’entità globale ha sottolineato ancora una volta che il mondo non deve allarmarsi e deve tenere conto che la variabile delta è la ragione del significativo aumento di casi e ricoveri in molti paesi, soprattutto in Europa, da più di due settimane.

“Le chiusure, le chiusure di alcune attività economiche, i mercatini di Natale in alcune parti d’Europa, questo è successo prima di Micron e il motivo è l’aumento dei casi di variante delta, non perdiamo questa prospettiva”, ha detto Lindmeier ai giornalisti a Ginevra.

READ  Diritti umani a Cuba: le cifre possibili

Per quanto riguarda le restrizioni di viaggio imposte ai Paesi in cui è stata rilevata la circolazione comunitaria della nuova variante, il portavoce ha osservato che ciò è giustificato solo se si tratta di una misura per guadagnare tempo quando il sistema sanitario incontra difficoltà.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità critica le misure “infondate” adottate per fermare la nuova alternativa al Corona virus

Lindmeier ha spiegato che, in generale, “invece di chiudere le frontiere e imporre restrizioni (alla circolazione internazionale), è meglio preparare il Paese e il sistema sanitario per i casi importati”.

Un’altra opzione, ha affermato, è quella di potenziare i test negli aeroporti per rilevare eventuali casi di uno o più passeggeri infetti, una misura che sarebbe “più desiderabile ed efficace” rispetto alle restrizioni cieche che impediscono in altri paesi.

Il portavoce ha affermato che l’OMS non ha ricevuto finora alcuna notifica che la variante omicron abbia causato decessi.

Da una a tre settimane per conoscere meglio il micron

Dal canto suo, l’Organizzazione mondiale della sanità ha anche confermato che occorreranno da una a tre settimane per interpretare e trarre conclusioni dai dati scientifici raccolti sulla variante di Omicron e per determinarne più chiaramente la capacità di trasmissione e il grado di malattia. Possono causare, e soprattutto, l’effetto che possono avere sull’efficacia dei vaccini.

La grande domanda riguarda i vaccini e ci vorrà più tempo per capire il loro effetto su di essi. Uno degli esperti che guidano la lotta globale contro l’epidemia è dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha affermato l’epidemiologo Maria Van Kerkhove.

“Ci mancano ancora informazioni e ci vorranno una settimana, due o tre settimane per scoprirlo”, ha detto.

Madrid e New York in allerta per la variante Omicron del Corona virus

Van Kerkhove ha sottolineato che la battuta d’arresto delle ultime settimane nella lotta al COVID-19, soprattutto in Europa con il forte aumento dei casi e dei ricoveri in molti Paesi, non ha nulla a che fare con Omicron ed è tutta conseguenza della circolazione del Corona virus . variabile delta. La cosa ovvia, ha aggiunto, è che “se aggiungiamo un’altra variabile, le cose si complicano”.

READ  Il New York Post descrive Trump come "indegno di diventare di nuovo presidente"

L’esperto ha chiesto ai governi di adottare misure drastiche ora che sono stati registrati i primi casi di COVID-19 causati da Ómicron per impedire a questa variante di decollare come ha fatto Delta.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha indicato nei giorni scorsi che le misure di contenimento di Ómicron sono le stesse già in uso e che si basano sulla vaccinazione, l’uso di mascherine e il distanziamento sociale, nonché l’evitamento della folla, il lavaggio delle mani e la ventilazione interna.

EFE / OnCuba