Maggio 30, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cosa fare con gli immigrati? La domanda senza risposta del governo Maloney Le parole di Papa Francesco sono state ora riprese dal presidente del Consiglio italiano

Da Roma

Dopo molto tempo, senza molto clamore, Il primo ministro italiano di destra Giorgia MeloniFinora sembra pronto a prendere provvedimenti seri riguardo alla tragedia 70 migranti (di cui 16 minorenni) Annegato nel Mar Mediterraneo La nave che li trasportava affondò nei pressi di Crotone (Calabria) il 26 febbraio. Era molto dispiaciuta ma non è andata a Crotone per incontrare i familiari delle vittime e dei sopravvissuti. Invece lo ha fatto il presidente dell’Italia Sergio Mattarella.

Ma rapporti recenti Papa FrancescoDomenica a mezzogiorno ad Angeles, sembra averla ispirata. Maloney ha convocato tutti i suoi ministri giovedì Riunione del Consiglio dei Ministri A Cutro (Crotone) si attendono risultati importanti.

Le parole del Papa

“Esprimo il mio dolore per la tragedia del mare di Kutro a Crotone”, ha detto domenica papa Francesco. Prego per le vittime del naufragio, per le loro famiglie e per i sopravvissuti. Esprimo il mio apprezzamento e la mia gratitudine alla popolazione e alle istituzioni locali per la solidarietà e l’accoglienza riservata ai nostri fratelli e sorelle, e rinnovo a tutti il ​​mio appello affinché tali tragedie non si ripetano. Il Papa ha anche ribadito l’appello a “fermare i trafficanti di esseri umani”. Che non continuino a buttare via tante vite innocenti! I viaggi di fede non diventano più viaggi di morte! Che le limpide acque del Mediterraneo non siano più insanguinate da eventi così drammatici!

Alle parole del Papa ha fatto eco Mattarella, che lunedì, parlando all’Università della Basilicata, ha sottolineato che “il naufragio di Crotone non può essere un’altra tragedia che verrà dimenticata nel tempo”. “Il cordoglio deve trasformarsi in augurio concreto da parte di tutti in Italia e nell’Unione Europea”, ha sottolineato il presidente.

READ  Centinaia di nostalgici dittatori Mussolini celebrano il centenario del fascismo in Italia

Per Meloni, “le parole del Santo Padre rappresentano un grande richiamo a tutte le istituzioni. Noi come governo le facciamo nostre e continueremo a impiegare tutte le forze necessarie per contrastare i trafficanti di esseri umani e prevenire le morti in mare”. Ma questo non gli ha impedito di criticarlo, ma ancora di più Si dimentica ogni anno che lanciava avvertimenti sull’accoglienza degli immigrati”, ha ricordato al quotidiano. Il Fatto Quotidiano.

E la Meloni ha detto ai suoi correligionari, secondo quanto si apprende: “Tanti errori, tante cose prese alla leggera” e ha invitato a un incontro il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi. Biandosi, che diverse organizzazioni di Solidarietà e di centrosinistra hanno indicato come uno degli autori del naufragio e ne chiedono le dimissioni, dovrebbe presentare in settimana al parlamento italiano un rapporto dettagliato sui fatti nel mare di Calabria.

Sebbene non ci siano ancora informazioni ufficiali, Un gruppo di ministri riuniti a Kudro dovrebbe decidere sanzioni più severe contro i contrabbandieri e norme scritte sui soccorsi in mare.. Quest’ultimo punto ha suscitato molte critiche nei confronti del governo, in particolare del ministro delle infrastrutture, del leader della destra e del presidente della Lega, Matteo SalviniÈ stato il ministro dell’Interno (2018-2019) che ha adottato dure misure anti-immigrati e ha ordinato alla Guardia Costiera di agire o meno contro i migranti in mare.

La Via Crucis

Domenica circa un migliaio di persone hanno partecipato alla Via Crucis in memoria delle 70 vittime, su una spiaggia di fronte al mare dove è avvenuto il naufragio. È stato un momento Preghiera per cristiani e musulmani La maggior parte degli immigrati dall’Iran, dal Pakistan e dall’Afghanistan sono musulmani.

READ  Le vendite di auto in Italia sono aumentate del 17,54% a 130.365 unità a febbraio

La Via Crucis portava un crocifisso realizzato da un artista calabrese con i resti scoperti della nave. “Abbiamo voluto realizzare questa croce per commemorare le persone innocenti che sono morte nel naufragio. Questo dramma non sarà mai cancellato dalla nostra memoria”, ha detto padre Francesco Lobrate, sacerdote di un paese vicino al naufragio che ha organizzato la Via Crucis.

Intanto nel mare di Calabria, I funzionari della Marina continuano a cercare altre persone scomparse. Circa 80 migranti sono stati tratti in salvo vivi Dal naufragio, 22 di loro sono stati ricoverati all’ospedale di Crotone per cure. Altri sono stati inviati in un centro di accoglienza per rifugiati.

Il traghetto è partito 4 giorni fa dal porto di Smirne, in Turchia. Un aereo dell’agenzia europea Frontex, che sabato stava pattugliando la zona, ha avvistato l’imbarcazione e ha allertato la marina italiana. Ma i funzionari italiani hanno affermato che l’allerta di Frontex non ha affrontato la situazione pericolosa e non ha agito per salvare le persone.

Migranti sì

Quando Alcuni politici di destra stanno alimentando i timori sugli immigrati e soprattutto le genti del nord d’Italia, diffidandole e respingendole, lamentando la loro mancanza di manodopera nei campi industriali. Le aziende del Nordest non trovano dipendenti a causa del calo demografico (gli italiani non hanno figli o al massimo uno ei giovani vanno a vivere all’estero). Ciò si riferisce soprattutto ai settori del turismo (che sono cresciuti enormemente dall’inizio della pandemia), dell’edilizia, dell’agricoltura e dei trasporti. E molti imprenditori lo chiedono agli stranieri, a volte possono essere sfruttati meglio, altre volte è utile perché parlano altre lingue, e perché sono esperti e grandi lavoratori.

READ  I codici Italia erano meno chiusi; Investing.com Italia 40 in calo dello 0,80% su Investing.com

Che si tratti di ingegneri, tecnici o operai, ci vogliono cinque mesi o più per trovare la persona giusta, dicono gli esperti. Ad esempio, un’azienda che produce apparecchiature per il riscaldamento vicino a Vicenza (nord del Paese) conta oggi circa mille dipendenti provenienti da 30 paesi diversi. Ma ora non è facile trovare nuovi dipendenti per sostituire i vecchi. Per questo molte aziende del Nord parlano della necessità di aumentare il flusso di lavoratori stranieri e di rivedere le norme che regolano questo reddito.

Poiché si tratta di aziende che alimentano la ricchezza del Paese, il governo dovrebbe tenerne conto per loro e fare qualcosa di simile a quello che ha fatto la Germania con i turchi e poi con i profughi dalla Siria. Negli anni ’60, il governo tedesco ha firmato un accordo con la Turchia per incoraggiare l’afflusso di immigrati turchi in Germania. Oggi è la più grande comunità straniera in Germania con circa 3 milioni di persone.