Ottobre 5, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Costa Rica e Francia rafforzano il loro impegno nella lotta ai cambiamenti climatici

File foto del ministro degli esteri francese Jean-Yves Le Drian (a destra). EFE / Eve Hermann / Paul

San Jose, 22 dicembre (EFE). Il presidente della Costa Rica, Carlos Alvarado, e il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, mercoledì hanno approfondito il loro impegno per affrontare le sfide globali e combattere il cambiamento climatico.
Nell’ambito della visita ufficiale di due giorni del diplomatico francese in Costa Rica, le due parti hanno discusso questioni come la solidarietà nella lotta globale contro il COVID-19, la cooperazione allo sviluppo, il cambiamento climatico, la protezione dei rifugiati e la cooperazione scientifica.
“Francia e Costa Rica condividono obiettivi e ambizioni importanti in materia ambientale, motivo per cui sono molto soddisfatto di continuare a rafforzare quei legami che ci consentiranno di proteggere i nostri ecosistemi, i nostri mari e le nostre terre”, ha affermato il presidente del Costa Rica.
Da parte sua, il ministro francese ha colto l’occasione per evidenziare l’ottimo rapporto tra i due Paesi e concordare le grandi questioni multilaterali sollevate dal presidente Alvarado e dal suo omologo francese Emmanuel Macron su temi come la lotta ai cambiamenti climatici e la difesa. Diritti umani, democrazia e libertà di espressione.
L’incontro ha anche affrontato temi che preoccupano i due Paesi, come l’aumento del numero dei partner della High Ambition Alliance, un’alleanza guidata da Costa Rica, Francia e Gran Bretagna, che si propone di proteggere il 30% degli ecosistemi marini e terrestri per il 2030.
“È essenziale fare progressi nello sviluppo sostenibile e nel cambiamento climatico, il nostro nord deve muoversi verso un’economia più verde, resiliente e inclusiva e avere la Francia come alleato è un onore”, ha affermato Alvarado.
Alvarado li ha ringraziati per aver sostenuto gli sforzi dello Stato per vaccinare la popolazione contro il COVID-19, per il loro interesse a rafforzare gli accordi di scambio scientifico e accademico e per la promozione di programmi ambiziosi per garantire i diritti degli immigrati.
Le Drian ha anche visitato l’Università del Costa Rica, dove la Francia ha donato ufficialmente al Paese 200.070 dosi del vaccino contro il COVID-19, attraverso il meccanismo Covax.
Nell’ambito dell’agenda, giovedì il cancelliere francese visiterà il campus del Centro per la ricerca e l’istruzione in agricoltura tropicale (CATIE) per conoscere il lavoro relativo al sequestro del carbonio e alla lotta ai cambiamenti climatici, e infine incontrerà i funzionari del École Normale Supérieure. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati e le organizzazioni della società civile per fornire assistenza ai migranti.

READ  Un altro gruppo di cubani è tornato dagli Stati Uniti