Maggio 18, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

COVID in Spagna, in diretta oggi: micron, test antigenico, vaccinazione… | ultimo minuto

Ex consigliere sanitario Obama: ‘Il virus non ha terminato la sua evoluzione’

Raffaello Benjoa (70, Caracas) è un medico specializzato in gestione della salute ed è stato ministro della Salute basco, consigliere sanitario di Obama e direttore dei sistemi sanitari dell’Organizzazione mondiale della sanità. Come la pensa un esperto Il virus non ha ancora finito di evolversi. Ómicron non è la fine, che il COVID-19 è qui per restare e che per anticipare l’imprevedibilità del virus, la cosa più ragionevole da fare è Aumentare la capacità del sistema sanitario Creare condizioni favorevoli in classe per evitare la trasmissione dell’infezione tra i bambini. “Le cure primarie sono la nostra sede. Devi registrarti.”

Abbiamo fatto affidamento sul fatto che i micron sono più o meno nitidi, ma Questa variante è una moneta a due facce. Uno meno severo. L’altro, omicron è altamente trasmissibile. Pertanto, in numero assoluto, compaiono molti pazienti. Non tutti gli Omicron vivono in modo leggero. Quindi non è l’influenza, o se è l’influenza è molto grave. Era desiderabile elaborare strategie su entrambi i lati della medaglia, non solo su un lato, ma anche Non è stato fatto e ci siamo semplicemente affidati strategicamente a un’idea meno rischiosa che ci ha portato dove siamo. Ciò ha aumentato la domanda per il sistema sanitario, forse il peggiore nella sua storia questo mese. Con meno morti, ma con una richiesta molto brutale. In ogni caso, è anche difficile avere onde con le dimensioni e la verticalità di questa onda”.

“Ci sono molte persone che la pensano così Improvvisamente, dopo un giorno specifico, siamo nella fase dell’endemismo. I virus no. Siamo ancora in una pandemia. I virus non si fermano quando vengono bombardati, si fermano lentamente, con focolai di malattie che dobbiamo continuare a controllare. Saranno focolai controllabili perché c’è molta immunità nel Paese, ma non dobbiamo pensare che l’epidemia significhi la scomparsa e l’eliminazione del virus, ma piuttosto che rimanga con noi. Il virus non ha finito di evolversi e anche a lui stiamo rendendo la vita difficile. Pertanto, poiché il virus non è stato ancora del tutto identificato, entreremo nella fase endemica, possibilmente in tarda primavera.“.

READ  Radio Holguin - La Giornata mondiale degli uccelli migratori sollecita la protezione degli habitat