Novembre 27, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cresce la solidarietà globale con Cuba e il rifiuto dell’embargo statunitense

Attivisti provenienti da Regno Unito, Svizzera, Italia, Austria, Finlandia e Germania hanno partecipato agli eventi del fine settimana che hanno concluso la Giornata della memoria, contro il terrorismo e il blocco tenuto dall’Istituto cubano per l’amicizia con i popoli dallo scorso settembre.

Secondo il sito web Cubaminrix, in Turchia, i membri dell’Associazione dell’amicizia Jose Marti si sono incontrati con Cuba al Maca Central Park ad Ankara per chiedere la revoca delle sanzioni statunitensi.

Questa attività richiedeva anche la cessazione della campagna sovversiva e della manipolazione mentale contro la Rivoluzione cubana.

D’altro canto, il congresso nazionale del partito Sinn Fein, svoltosi ieri a Dublino, ha approvato una mozione che ribadisce la condanna dell’embargo economico di oltre 60 anni al popolo cubano e ne chiede la fine, ha riferito Cubaminrix.

La conferenza ha anche elogiato il lavoro dell’Henry Reeve Medical Brigades International.

Il testo approvato nella suddetta conferenza indica che la comunità internazionale ha sempre assistito alle conseguenze sociali ed economiche dell’imposizione dell’embargo al popolo cubano. Il documento condanna che il blocco economico nordamericano sta ostacolando la capacità nazionale di Cuba di accedere alle forniture mediche necessarie per far fronte all’epidemia di Covid-19.

Il suddetto presidente del partito, Mary Lou MacDonald, nel suo discorso di chiusura alla conferenza, ha approvato la solidarietà dello Sinn Fein con la Rivoluzione cubana in un momento in cui stava attraversando azioni destabilizzanti.

mem / to

READ  La Corte Suprema del Brasile inizia il processo che definisce i futuri popoli indigeni