Ottobre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cristiano Ronaldo ha fissato una possibile data per il suo ritiro e si è paragonato ai migliori giocatori della storia

Il portoghese ha mostrato la sua carriera da professionista (Foto: Reuters)

Senza dubbio, una delle figure più importanti del calcio di oggi Cristiano Ronaldo. Nonostante le sue prestazioni non siano state quelle a cui i tifosi sono abituati negli ultimi anni, ogni volta che il portoghese scende in campo per una partita eguagliata Champions League Fa del suo meglio per trovare la sua squadra. con il presente dentro Manchester UnitedIl portoghese ha analizzato tutto quello che ha fatto sin dal primo giorno in cui ha deciso di dedicarsi allo sport e È stato persino incoraggiato a fornire una data stimata di come potrebbe essere il suo pensionamento professionale.

Il portoghese ha riflettuto sulla sua carriera e ha contestualizzato la sua situazione attuale nella rosa dell’Inghilterra. “Devi essere intelligente e sapere che a 18, 20, 25 non sei come 35. E questa è la maturità, l’esperienza e l’intelligenza per capire che forse perdi alcune cose per vincerne altre e hai il giusto equilibrio per continuare a competere ed essere ai massimi livelli”, ha detto in un’intervista a dazn.

“So che non passeranno molti anni prima che smetta di giocare, e spero altri quattro o cinque anni, ma spero di continuare a vincere”, Ho mostrato. “Il sacrificio che faccio ogni anno, stagioni, settimanali, mensili, giornalmente, alla fine deve avere la sua ricompensa, perché se non lo facessi non ne saprei molto. Ma questa è la mia motivazione. Lavora sodo, ma penso in alla fine vincerò qualcosa di importante, un titolo, un premio”, ha confermato l’attaccante dello United.

Inoltre, ha chiarito che non ha bisogno di difendersi perché le sue statistiche sono segnali di cui tenere conto: “Non è facile, ma mi sembra che lo sia, perché anno dopo anno ho dimostrato che i numeri parlare da soli. Non devo dirti che sono abbastanza bravo, perché i numeri ci sono. I fatti sono fatti, il resto non conta affatto. Ecco perché sono così felice del mio livello, sto ancora segnando gol, aiutando le persone, le squadre, sia in nazionale che nel Manchester United, ed è per questo che voglio continuare così”.

L'eredità di Cristiano Ronaldo si espande tra Spagna, Portogallo, Inghilterra e Italia (Immagine: Reuters)
L’eredità di Cristiano Ronaldo si espande tra Spagna, Portogallo, Inghilterra e Italia (Immagine: Reuters)

D’altra parte, ha ringraziato la sua notizia con una maglietta diavoli Rossi Ha spiegato il motivo della sua decisione di tornare in Premier League. “Difficile dire che non voglio di più, perché se sono in un club che mi dà la possibilità di vincere più cose, perché no. E anche nella scelta. So di non avere molto anni da giocare, altri quattro o cinque anni, vedremo, e voglio vincere di più”.

READ  Attenzione al trucco Mercedes

Poi ha pubblicato le sue sceneggiature. “Hai lasciato un segno ovunque, cosa che nessun altro giocatore nella storia è stato orgoglioso di dire”.

Gareggiare professionalmente è il sogno di ogni calciatore e CR7 Ha il privilegio di combattere ai massimi livelli. “Seguendo il mio percorso, mi alleno ogni giorno, e sto ancora cercando di migliorare alcuni aspetti, Mi prendo cura anche di me stesso, che è molto importante, sia fisicamente che mentalmente, perché nel calcio è già un’età. Prima giocavano, ma non avevano tutte le partite che abbiamo adesso. Ho già incrociato migliaia di partite, è un numero molto alto, ma come ho detto prima, devi prenderti cura di te, continuare a lavorare e comunicare con l’illusione che io possa fare ancora di più ed essere ancora in forma, che è un punto molto importante. E continuare a goderne, che è la cosa più importante”, ha concluso l’attaccante portoghese.

Continuare a leggere: