Dicembre 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Critica ad “Argentina, 1985”, per l’importanza di fare la storia, con Ricardo Darin e Peter Lanzani

mercoledì 28 settembre 2022

Cleverly, sceneggiatura di Santiago Mitre e Mariano Linas (richiedenteE il la bandaE il la gammaE il piccolo fiore) sul processo alla giunta, racconta un evento cardine della democrazia e della storia dell’Argentina. Ma Argentina, 1985 (2022) non è un cinema di testimonianza sulla falsariga di quelli realizzati negli anni ’80, ma un film di genere, con la forza narrativa che questo implica. Segue la struttura sperimentale del film e il thriller politico per approfondire l’azione descritta come tensione e flusso.

La narrazione classica indica anche che abbiamo a che fare con il protagonista, in questo caso il pm Giulio Strasera (Ricardo Darin), che deve essere incriminato contro la sua volontà accusando la giunta di terrorismo di stato. In esso sta il senso della storia, un uomo che vive in un modesto appartamento a Buenos Aires con la moglie e due figli adolescenti. Un tipico argentino della classe media, come un potenziale spettatore di film.

“La classe media finisce sempre per sostenere i colpi di stato militari, e dobbiamo convincerli”, racconta Strasera al suo giovane collaboratore Luis Moreno-Ocampo (Peter Lanzani), mentre l’immagine ben conservata delle truppe nel 1985 compare in tutta la trama. Questo pone il pubblico ministero in una sorta di eroe solitario che combatte contro i mulini a vento per svolgere la necessaria esibizione e processo della società argentina. Un’altra struttura di genere è stata istituita nell’Argentina post-dittatura con i servizi attivi.

Ma forse il valore più grande Argentina, 1985 È per rafforzare la necessità di raccontare la storia moderna. Ci sono molte scene in cui si verificheranno situazioni, come l’incontro di Strasera con il presidente Raul Alfonsín o l’incontro dei giudici che discutono di condanne in pizzeria, quasi mai accennate. Le scene vengono poi ricostruite “raccontandole” da un personaggio all’altro. L’atto di raccontare i fatti e di chiarirne il significato diventa essenziale per il film fin dalla sua costruzione.

READ  Se ci lasciassero: la controversa scena eliminata in Messico | Serie TV Televisa | stelle | MX nnda nnlt | Messico

D’altra parte, il modo in cui la sceneggiatura crea ponti con il passato e il futuro è fantastico. Strassera ha un rapporto speciale con il suo mentore (Norman Brisky) e suo figlio, entrambi figure chiave nelle importanti decisioni prese al processo. Gli insegnamenti del passato e la speranza per il futuro rafforzano il potente messaggio “mai più” che il film rivela.