Adriana Tamburi eletta Presidente Regionale dell’Associazione Agrituristica Terranostra Calabria

LAMEZIA TERME – Cambio della guardia a Terranostra Calabria (associazione degli agriturismi aderenti alla Coldiretti). Nell’assemblea che si è svolta a Lamezia Terme nella sede della Coldiretti, Adriana Tamburi, operatrice agrituristica di Morano Calabro titolare della “Locanda del Parco” all’interno del Parco Nazionale del Pollino, è stata eletta all’unanimità alla presidenza di Terranostra Regionale. All’assemblea ha partecipato il segretario nazionale di Terranostra, Toni De Amicis. “Sono entusiasta di questo incarico – ha affermato Adriana Tamburi – che ha espresso riconoscenza nei confronti di Pietro Tarasi per il lavoro svolto ed ha evidenziato la centralità della progettualità degli agriturismi di Campagna Amica per consolidare percorsi dove l’ospitalità è un marchio di fabbrica e che vendono presso la propria azienda e/o che somministrano solo prodotti agricoli e italiani di origine garantita e controllata, così come della ricettività turistica, della multifunzionalità con particolare attenzione alla fattoria didattica di cui lei stessa è stata antesignana”. In questi anni proprio in virtù di uno spinto dinamismo gli agriturismi hanno registrato un aumento in percentuale del turismo legato alla natura in montagna, nei parchi e nelle campagne. Accoglienza, condivisione, tradizioni, storia e buon cibo! Questi i caratteri distintivi degli Agriturismi di Campagna Amica promossi da Terranostra, interpreti delle politiche di Coldiretti nel settore agrituristico. Terranostra valorizza e promuove: l’accoglienza di qualità; il recupero corretto e attento dei fabbricati rurali; la tutela del paesaggio e dell’ambiente; l’impiego a tavola dei prodotti locali, a chilometri zero e di origine certa; la vendita diretta dei prodotti; la diffusione di sistemi e metodi, produttivi ecocompatibili e a basso impatto ambientale, l’adozione di uno stile di vita e di consumo più rispettoso dell’ambiente. In questi ultimi tempi gli agriturismi calabresi hanno qualificato ancor di più la propria attività con la formazione degli agrichef proprio a sottolineare la massima espressione del legame tra produzione agroalimentare, territorio, cultura della campagna e turismo. “Il confronto continuo – ha detto De Amicis, segretario nazionale di Terranostra – fra gli operatori è molto utile per sviluppare nuovi progetti e per crescere ulteriormente. Dalle nostre assemblee – ha continuato il segretario nazionale – emerge chiaramente come la figura dell’Agrichef sia fondamentale per qualificarci sul territorio e per contribuire a farlo crescere; noi produciamo, trasformiamo e cuciniamo e quindi i nostri messaggi possono raggiungere direttamente i clienti ed i turisti. Per questo vogliamo intensificare i corsi di formazione per migliorare costantemente i nostri servizi, anche perchè i clienti sono sempre più esigenti”. A comporre il Consiglio Direttivo sono stati eletti: Vincenzo Abbruzzese, az. agrituristica Biosila di Acri, Antonio Autelitano, Di Petru I N’toni – Bova Marina, Francesco Cariati Ebano – Montalto Uffugo, Anna Rosa Caruso, Caruso – Crucoli, Carmine Garofalo, La Taverna dei Briganti – Cotronei, Antonino Fonsi Colle dell’Unna – Paludi, Anna Marino Villa Santa Caterina -Montalto Uffugo, Vanessa Matus Al Verneto – Laino Borgo, Michela Mazza, Basilea – Catanzaro Lido, Attanasio Franco Miracco -Torre Coccini di Santa Sofia D’Epiro, Benito Scazziota Torre di Albidona – Albidona, Francesco Cosentini, direttore regionale Coldiretti Calabria.