Altomonte: Invasion One a settembre

INVASION ONE video e videoinstallazioni tra territorio fisico e territorio virtuale a cura di Giovanni Viceconte Bianco-Valente Intervento site-specific RASSEGNA VIDEO E VIDEINSTALLAZIONI selezionati dall‘Archivio ART HUB Silvia Camporesi Michela Pozzi Sanja Lasic Filippo Berta Gabriele Pesci Dario Lazzaretto Lino Strangis Luca Christian Mander Giuseppe Colonese Marco Lamanna Vernissage – venerdì 05 agosto 2011 – ore 19.00 Altomonte dal 6 agosto al 12 settembre Convento dei Domenicani – Altomonte CSINVASION ONE video e videoinstallazioni tra territorio fisico e territorio virtuale – dal 5 agosto al 12 settembre – nell’ambito del Festival Euromenditerraneo di Altomonte – intende costituire una vetrina privilegiata dei fenomeni più attuali e interessanti tra i video-sound artisti contemporanei. Il progetto a cura di Giovanni Viceconte ospiterà, per la prima volta in Calabria, due tra i più interessanti video-artisti della scena artistica contemporanea – Bianco-Valente – che realizzeranno un intervento sitespecific e videoinstallazioni su un intero piano dell’antico Convento dei Domenicani. Giovanna Bianco e Pino Valente dal 1995 lavorano prevalentemente con i nuovi media – videoarte, musica elettronica, installazioni e ambienti multimediali. La loro ricerca si concentra sull’indagine di temi che pongono in rapporto arte e scienza: il corpo umano nella sua totalità mentale-immateriale/corporeo-biologico molecolare, la percezione, lo spazio-tempo e la memoria. INVASION ONE vede la collaborazione dell’Archivio ART HUB ( http://arthub.it ) dal quale sono stati selezionati 10 artisti: Giuseppe Colonese, Marco Lamanna, Silvia Camporesi, Gabriele Pesci, Luca Christian Mander, Sanja Lasic, Michela Pozzi, Dario Lazzaretto, Lino Strangis e Filippo Berta. I primi due presenteranno ognuno una videoinstallazione, mentre i lavori degli altri artisti saranno proiettati all’interno del Salone Campanella. La struttura conventuale di Altomonte che ospita INVASION ONE, rimanda alla presenza dei frati domenicani, alla storia e al territorio, diventando spazio di dialogo tra culture e tempi differenti. Si verrà a creare una stretta relazione tra realtà spaziali dissimili: da una parte un contesto intimo e silenzioso che immerge lo spettatore e l’artista in un’atmosfera surreale ricca di vicende, personaggi e spiritualità, dall’altra parte la piazza e il contesto urbano su cui si affaccia il convento che riconducono all’attualità caotica del territorio contemporaneo. Proprio sul territorio alcuni degli artisti concentrano le loro riflessioni, traendo spunti creativi densi di richiami e confronti. Il progetto porta il segno dinamico del cambiamento continuo e della costante apertura del fare artistico, mettendo in relazione luoghi e persone di aree differenti non solo attraverso lo spazio tangibile, ma anche utilizzando il web: mezzo che oggi offre le potenzialità per sviluppi e confronti sempre in progress. INVASION ONE si svilupperà infatti su più livelli: quello fisico di Altomonte e quello virtuale su arthub.it e su undo.net Tutto ciò darà la possibilità ai visitatori in arrivo nella cittadina calabrese e agli utenti di internet di fruire contemporaneamente dei video e delle videoinstallazioni “allestite” in modi differenti sia per natura che per concezione. Il progetto ART HUB, ideato e realizzato da UnDo.Net, si pone come un osservatorio permanente sulla scena creativa contemporanea: in particolare intende valorizzare gli artisti che operano nella video e sound art, prevede opportunità di formazione, mobilità e studio, promuove la produzione- fruizione delle opere attraverso un archivio on line e una webTV ad esso collegata favorendo l’accesso ad un pubblico vasto e allargato. Inoltre, il progetto Art Hub è aperto alla collaborazione con altri archivi, progetti, rassegne e festival che, in una logica di networking e di cultura realmente contemporanea, desiderino attivare scambi e collegamenti per rendere l’arte sempre più accessibile.