Asp catanzaro: due progetti sulla prevenzione scelti dal ministero

Due proposte di progetto, elaborate da due diverse strutturedell’Azienda provinciale di Catanzaro per l’attuazione del programma disposto dal Centronazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie (CCM) per il 2011, hannoricevuto dal il riconoscimento di congruità.Uno dei progetti è stato presentato dal Centro regionale di Neurogenetica, diretto dalladr.ssa Amalia Cecilia Bruni, che ha proposto la “Sperimentazione di percorsi assistenzialiintegrati per la prevenzione delle complicanze della malattia di alzheimer sulla base delmodello ampliato del chronic care model nell’Asp di Catanzaro”; l’altro progetto è statoproposto dal Centro Medicina della Migrazioni, diretto dal dr. Lorenzo Surace, che hapuntato sulla “Prevenzione delle malattie infettive nei per l’emergenzaflussi migratori Nord Africa”, un tema riconosciuto prioritario dal Comitato scientifico delCCM, che ha chiesto inoltre di armonizzare la proposta con analoghe proposte presentateda altri Enti per dare vita a un unico progetto esecutivo.Trasmesse al Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie sotto formadi lettere di intenti da ogni regione d’Italia e dagli Istituti ISS, INAIL e AGENAS presentisul territorio nazionale, su un totale di 508 proposte di iniziative, 148 sono state giudicatecongrue. Per 57 di esse il Comitato scientifico ha richiesto una rimodulazione del pianofinanziario. In ambito regionale, su 90 proposte di progetto elaborate dai vari Enti coinvoltie presentate al CCM dalla Regione , 6 sono state riconosciute congruenti.

Traqueste le due dell’Asp di Catanzaro per le quali non è stata richiesta alcuna rimodulazione.Esaurita questa fase preliminare, bisogna attendere la valutazione definitiva dei progettiesecutivi, che i referenti scientifici delle lettere d’intenti giudicate congrue dovrannotrasmettere al CCM entro il 30 settembre. I progetti esecutivi approvati definitivamente aconclusione di questa fase riceveranno il sostegno finanziario del CCM.“Il risultato ottenuto – afferma con soddisfazione il Commissario straordinario dell’Aspdi Catanzaro, Dr. – riconosce l’impegno, la competenzaprofessionale e le capacità progettuali presenti nella nostra Azienda, dove le due unitàoperative offrono servizi di assistenza e prevenzione, che assumono sempre più rilevanzanell’attuale contesto sociale, dove la diffusione globale della malattia di Alzheimer èdestinata a crescere con l’aumento dell’età media della popolazione e il rischio di contagioe diffusione di alcune malattie infettive può aumentare per i continui flussi migratori verso ilnostro Paese”.