ASSOCIAZIONE CAPIZZAGLIE: Arrestare emorragia posti di lavoro in città…..

associazione-capizzaglie_400_01

Ognuno deve fare la propria parte, non vogliamo e non possiamo tirarci indietro, e dobbiamo lavorare insieme, facendo davvero squadra, ma siamo altresì convinti che i grandi cambiamenti nascono anche da piccole azioni mirate. Il mondo del credito può fare molto, può continuare a credere nella possibilità di rilancio della nostra economia, senza “burocratica” ostilità, e soprattutto senza strozzare le famiglie e le imprese.
Il nostro è un appello corale alle istituzioni presenti sul teritorio, alla chiesa, ai sindacati di categoria, alla politica ed a tutte le associazioni impegnate nel sociale: facciamo sentire forte l’impegno e la vicinanza a tutti i lavoratori che han perso il lavoro e che non sanno più come sbarcare il lunario…..
Proprio domattina, la nostra associazione, di concerto con l’Amministrazione comunale, ha organizzato un incontro pubblico sulla Zona Franca Urbana che si terrà nella sala Napolitano, per informare tutti gli addetti del settore delle agevolazioni previste da tale strumento.
Occorre fare squadra e sistema attorno a tali situazioni affinchè non sfocino in drammi personali.
La politica lametina, ai vari livelli istituzionali, prenda a cuore tutte le situazioni che in questi ultimi giorni son venute a galla (Infocontact, Sidis, Fondazione Maditerranea Terina, ecc. ecc.), con impegno cerchi soluzioni valide atte a salvaguardare il posto di lavoro dei padri di famiglia, tenedo bene a mente l’art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana: l’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Appunto!