Astensione del sindaco alla riunione di insediamente del nuovo consiglio di amministrazione della Sacal

Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, ha reso noto di non aver partecipato alla riunione di insediamento del nuovo Consiglio di amministrazione della Sacal previsto per ieri 11 luglio. Il sindaco lo ha comunicato in una lettera indirizzata al presidente, senatore Vincenzo Speziali, in cui si ricordava di avere ripetutamente chiesto, anche nelle ultime settimane, una preventiva concertazione tra i diversi enti pubblici soci della Sacal, al fine di concordare una comune strategia di governance di una infrastruttura così importante per la vita dell’intera regione, della quale il Comune di Lamezia Terme è socio di maggioranza relativa. Concertazione che purtroppo non c’è mai stata. Inoltre riguardo alla riconferma del senatore Speziali, in rappresentanza della Regione Calabria, come presidente dell’Ente non si può che confermare la valutazione già espressa a suo tempo e che portò all’astensione nella precedente occasione, sia per l’inopportunità politica che un parlamentare in carica rivesta anche un ruolo di gestione così delicato, sia per la sostanziale incompatibilità e per l’evidente conflitto di interesse che oggettivamente ripropone. La logica di “occupazione” degli enti da parte del centrodestra che governa la regione fa emergere una concezione proprietaria della cosa pubblica che invece dovrebbe essere ispirata al bene comune ed alla concertazione tra le diverse realtà istituzionali che operano sul territorio. “Tuttavia con la stessa franchezza e lealtà con cui oggi ribadiamo le motivazioni che ci hanno portato a non essere presenti alla riunione di insediamento del Cda, – ha dichiarato il sindaco- ci auguriamo, e siamo ovviamente pronti, per parte nostra, che sulle scelte strategiche – a partire dalla realizzazione della nuova aerostazione prevista nel patto per lo sviluppo, al collegamento aeroporto-ferrovia e alla dotazione di ulteriori servizi dell’intera area aeroportuale – si realizzi un confronto di merito positivo tra il Comune e la Sacal sulla base degli indirizzi programmatici e degli strumenti di governo del territorio vigenti”.