Australia, ingoia anelli rubati: incriminato grazie a una colonscopia

anelli_rubati_400

Il giovane, di nome David Watts, è comparso martedì in tribunale dove ha ottenuto la libertà su cauzione e vi dovrà ricomparire il 13 dicembre

Pur di farla franca, dopo aver rubato in una gioielleria di Brisbane, in Australia, due preziosi anelli di diamanti, li aveva ingoiati. Ma tanto non è bastato. La polizia era infatti sulle sue tracce e le telecamere di sorveglianza avevano chiaramente ripreso l’uomo all’interno della gioielleria. Per l’incriminazione mancava solo la prova definitiva, arrivata grazie a una colonscopia che ha permesso di recuperare uno dei due anelli.

Il giovane, di nome David Watts, è comparso martedì in tribunale dove ha ottenuto la libertà su cauzione e vi dovrà ricomparire il 13 dicembre.

Perduto in discarica il secondo anello – E’ andato invece perduto il secondo anello, perché gli agenti di polizia hanno mancato di esaminare adeguatamente l’apposito sacco in cui Watts lo aveva “espulso”, che è finito in discarica con gli altri rifiuti. Il vicecommissario di polizia Ross Barnett ha spiegato che gli agenti in servizio credevano erroneamente che l’uomo li avrebbe avvertiti della fuoriuscita dell’anello. “E’ un insieme di circostanze raro e difficile; nessuno vorrebbe perdere il corpo del reato”, ha detto.