Avvelenati alcuni cani del Rifugio Fata. Continua la scia di sangue

rifugio_fata_cagnetta_uccisa_400

Un’altra volontaria si sfoga: «queste povere anime di male non avevano fatto nulla, anzi, hanno solo subito abbandoni, ed ora che avevano il calore di una ‘famiglia’ chiamata Rifugio Fata, qualcuno ha deciso malvagiamente di farle fuori! C’era la disperazione in ognuno di noi, i pianti per questo gesto crudele».
Non si tratta di casi isolati. La speranza è che le forze dell’ordine individuino i responsabili. TIZIANA BAGNATO