Bimba di quattro mesi muore al Riuniti di Reggio Calabria

OSPEDALE-RIUNITI-REGGIO

Una bambina di quattro mesi di nazionalità indiana è morta domenica scorsa all’Ospedale Riuniti di Reggio Calabria. Oggi la magistratura ha aperto un’inchiesta e ha sequestrato la cartella clinica.

La notizia è stata resa nota solo ieri.
Potrebbe trattarsi di un caso di presunta malasanità.

Domenica alle ore 17:30 circa il padre della piccola Singh Gursewale ha chiamato il centro operativo del 118 dell’Azienda ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli, chiedendo aiuto perchè la sua piccola mostrava qualche difficoltà a respirare. Arrivati sul posto l’equipe medica esaminava la bambina sottoponendola ad una visita, durata circa una decina di minuti, emetteva la diagnosi di laringite catarrale subacuta, nulla di preoccupante; ma consigliano un controllo pediatrico, magari in ospedale. L’ambulanza rientra così ai Riuniti in codice bianco. Molto probabilmente le condizioni della bimba sono peggiorate da li a qualche ora dopo l’intervento del personale medico, infatti i genitori decidono di  ricoverare la bimba. Ma alle 22, il cuoricino della bimba smette di battere nella reparto di rianimazione.

E’ difficile stabilire cosa sia successo, sarà compito dell’autorità giudiziaria accertare le dinamiche del decesso e le eventuali responsabilità. E’ proprio per questo motivo che molto probabilmente, sarà richiesta l’autopsia da parte della magistratura.

Ieri, intanto, sono stati sentiti dagli inquirenti diversi medici del Pronto soccorso, Pediatria e Neonatologia. Anche la direzione generale dell’azienda ospedaliera reggina ha avviato un “processo di valutazione” riguardo l’accaduto.