Bomba contro la storico locale “Pasticceria Giordano”.

Atto intimidatorio probabilmente a scopo estorsivo. Pare essere questa la pista più accreditata da battere da parte degli inquirenti per fa luce sull’attentato dinamitardo che ieri notte ha gravemente danneggiato i locali che ospitavano la pasticceria “Giordano”. Era da poco passata la mezzanotte, e in giro c’era ancora molta gente, quando un ordino di tipo rudimentale e dall’alto potenziale è stato fatto esplodere all’ingresso dell’esercizio commerciale danneggiando la saracinesca, riducendo in frammenti le vetrine e l’interno del locale. Ingenti anche i danni riportati a 7 vetture parcheggiate nelle immediate vicinanze. Danni a sole cose, poiché quell’esplosione poteva far registrare danni ancor più gravi, se si pensa che a quell’ora e in quel luogo, Corso Giovanni Nicotera e Via XX Settembre, numerose sono le persone che transitano sia a piedi che in macchina. Sul luogo dell’esplosione sono giunti i vigili del fuoco, i carabinieri della compagnia lametina e i titolari dell’esercizio commerciale che pare non abbiano mai avuto problemi del genere né avvicinamenti da parte della criminalità organizzata lametina.