Calabria: regione con orgoglio, dignità e talento.

“C’è una Calabria che ha orgoglio, dignità e talento. E per questo va accompagnata, sostenuta, valorizzata, con strumenti legislativi adeguati ed innovativi. Una considerazione che potrebbe essere accostata a diversi settori, ma che trova la sua massima espressione nel settore musicale”. Ne è convinto il Segretario-Questore del Consiglio regionale, Giovanni Nucera (Pdl) che fa riferimento “alla splendida esibizione dell’Orchestra provinciale giovanile, nell’ambito della stagione di Catonateatro a Reggio Calabria”. “Un’orchestra – rileva Nucera – composta da 140 musicisti in rappresentanza di dieci complessi bandistici della provincia reggina. La loro esibizione a Catonateatro, coronata da un successo davvero meritato, ha dimostrato quanto sia diventato importante, in provincia di Reggio ed in Calabria, il risveglio dell’antica tradizione delle bande musicali. Non c’è zona della regione dove non sia attiva una banda musicale. Iniziative che, sull’onda di una cultura musicale antica, stanno coinvolgendo anche migliaia di giovani. Un esempio tra tutti – ricorda Giovanni Nucera – è rappresentato dall’Orchestra dei fiati di Delianuova, che è riuscita ad esportare in tutta Italia, l’immagine di una Calabria pulita, autorevole e nuova, nella quale emerge, fortissimo, il protagonismo e la voglia di fare di tanti giovani sui quali ha rivolto la sua attenzione ed il suo impegno il Maestro Riccardo Muti, tra i più autorevoli esponenti del panorama musicale classico italiano”. “Per questi ragazzi, servono sì gli applausi, il sostegno e l’incoraggiamento del pubblico, ma serve anche l’attenzione delle Istituzioni. Quello delle bande musicali è un fenomeno in forte crescita che non sarà in grado, però di andare lontano senza un adeguato ed efficiente affiancamento legislativo. Il successo e l’attenzione ricevute dall’Orchestra provinciale giovanile è la più chiara conferma della necessità di pervenire in tempi brevi all’esame ed all’approvazione, in Commissione ed in Consiglio regionale, del progetto di legge inerente la ‘Tutela e valorizzazione delle bande musicali, i cori ed i gruppi folkloristici calabresi’”. “L’importanza di riconoscere il valore culturale, artistico ed educativo di queste formazioni musicali costituisce – spiega il Segretario-Questore del Consiglio regionale, firmatario della proposta di legge – un aspetto fondamentale della cultura e della tradizione popolare in Calabria. Non va sottovalutata, inoltre, al di là di ogni valenza culturale anche l’azione di aggregazione sociale che indirizza, come ha dimostrato anche la serata di Catonateatro, soprattutto i giovani, a gustare e vivere la musica dal vivo, come protagonisti, con tutte le suggestioni ed emozioni che questo coinvolgimento determina”. “Obiettivo della legge – conclude Nucera – è di recuperare, salvaguardare, promuovere e valorizzare come patrimonio dell’intera comunità calabrese, questi gruppi con la creazione di un albo regionale delle Bande musicali, dei Cori e dei Gruppi folcloristici di carattere amatoriale della Calabria”.