Compiuti atti vandalici alle auto dell’Asp

Ieri mattina i dipendenti dell’Asp di Lamezia che prestano servizio nella struttura di piazza Borelli, hanno trovato una brutta sorpresa, infatti nel piazzale dello stabile c’è stato un raid notturno nel corso del quale sono state prese di mira alcune auto di proprietà della stessa azienda ospedaliera parcheggiate nel recinto. Ignoti si sono introdotti nel piazzale, scavalcando la sbarra che delimita l’ingresso nell’area e, armati di bomboletta spray rossa, hanno iniziato ad imbrattare cinque auto di servizio, rigorosamente bianche. Inoltre i vandali dopo aver tagliato alcune ruote delle macchine, hanno spostato la loro attenzione su finestrini e parabrezza distruggendoli, alcuni completamente, altri in parte e mandando in frantumi i vetri. Dopo un primo comprensibile momento di sgomento da parte dei dipendenti dell’Asp, sono stati gli stessi a chiamare il 112. Da qui l’avvio delle indagini per identificare gli autori o l’autore del gesto. Fatto sta che la struttura è situata in pieno centro lungo una strada particolarmente trafficata oltre che a pochi metri dal Palazzo di giustizia, ma anche da una chiesa e dall’area dove sono allocati numerosi edifici scolastici. Il direttore generale dell’Asp, Gerardo Mancuso, parla di «inciviltà dell’atto» che non è il primo gesto compiuto ai danni dell’Azienda. Meno di un mese fa, ad esempio, furono rubati venti computer. «Non solo quale motivazione dare a questi atti. – aggiunge – Certamente sono atti che vanno contro l’azienda».