Contrada: sono disincantato, lotto per i miei figli

Al via a Caltanissetta udienza per revisione processo

”Sono ormai disincantato, questa è l’ultima lotta che sto facendo non per me, ma per i miei figli e lasciare loro un cognome onorabile”. Lo ha detto Bruno Contrada parlando con il suo legale, l’avvocato Giuseppe Lipera, prima di entrare nel Palazzo di Giustizia di Caltanissetta, dove si terrà l’udienza per la revisione del processo in cui l’ex funzionario del Sisde è stato condannato a dieci anni di reclusione per concorso esterno ad associazione mafiosa.