Controlli straordinari del territorio nel catanzarese: arresti e denunce

CATANZARO – Nel corso del fine settimana e del ponte del 1° Maggio appena trascorsi, i Carabinieri del Comando Compagnia di Catanzaro hanno svolto una serie di servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati a garantire, oltre alla quotidiana attività istituzionale, una maggiore presenza dell’Arma su tutto il territorio del Capoluogo ed in particolare nell’area Sud della Città, ove sono stati messi in atto dei dispositivi volti alla prevenzione e repressione dei reati in genere. In particolare, sono stati effettuati dei controlli nei confronti di soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale e a misure di prevenzione, tra i quali B.R.D., 23enne catanzarese, pregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di Catanzaro, tratto in arresto dai militari della Benemerita poiché trovato a bordo di un veicolo all’interno del territorio di competenza del Comune di Tiriolo, violando così palesemente i limiti territoriali imposti dalla misura alla quale è sottoposto. Il giovane, concluse le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato riaccompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo. I controlli dei Carabinieri, in vista dell’apertura della stagione estiva da parte di alcuni locali del litorale, si sono inoltre concentrati nel quartiere marinaro, ove sono stati effettuati dei controlli alla circolazione stradale attraverso il ricorso agli accertamenti etilometrici, a seguito dei quali tre automobilisti sono risultati positivi all’alcoltest, poiché trovati alla guida con un tasso alcolemico almeno tre volte superiore al limite consentito. Proseguiti infine i controlli su ulteriori 80 soggetti e 30 veicoli.