Corigliano, alluvione 2015: dalla Regione 570 mila euro

CORIGLIANO CALABRO – 300 mila euro per il ripristino degli argini del Torrente Visciglietti, in località Muzzari. Altri 200 mila per la continuazione del ripristino e rifacimento dell’argine del Torrente Gennarito, a Fabrizio Grande. 70 mila, poi, per opere di miglioramento del deflusso idraulico del fosso Cannata. Ok della Regione Calabria al finanziamento. Tutti lavori necessari dopo l’alluvione del 2015 e che dovranno essere completati entro l’agosto del 2018.

È quanto fa sapere il Sindaco di Corigliano Calabro, Giuseppe Geraci, che nei prossimi giorni sottoscriverà la convenzione per l’esecuzione del Piano degli interventi con la Protezione Civile regionale.

L’obiettivo è quello di superare definitivamente le diverse criticità che, a distanza di quasi 2 anni, a seguito degli straordinari eventi meteorologici del 12 agosto 2015 hanno interessato e continuano ad interessare i territori di Rossano e Corigliano. Gli interventi contribuiranno, quindi, ad eliminare quelle situazioni di pericolo e disagio, ad oggi rimaste insolute.

Dalla redazione del progetto preliminare dell’intervento all’approvazione dell’esecutivo, passando dalle autorizzazioni e dai pareri prescritti dalle norme vigenti, fino all’ultimazione e collaudo dei lavori. La convenzione regola i tempi dei lavori che dovranno concludersi entro e non oltre il 30 agosto 2018.

Tra gli interventi finanziati dalla Regione, per un totale di 570 mila euro, sono previsti anche quelli di costruzione di alcuni tratti del fosso Cannata a monte della ferrovia ed il rifacimento del manto stradale.