Cosenza: percepiva pensione sociale indebita, denunciato

COSENZA – Beni per circa 100 mila euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di Cosenza nei confronti di una persona che, omettendo di comunicare all’Inps di essere emigrato in uno Stato estero, ha percepito indebitamente assegni sociali a favore di cittadini in difficoltà economiche che abbiano compiuto 65 anni e siano residenti stabilmente in Italia. I finanzieri, analizzando posizioni sospette, hanno individuato una persona di fatto emigrata in America Latina che, però, risultava fittiziamente residente in un Comune dell’Alto Tirreno cosentino. Il beneficiario degli assegni sociali, al compimento dei 65 anni, era rientrato volutamente in Italia dal Venezuela per richiedere la provvidenza, era rimasto nel nostro Paese per pochi mesi al fine di acquisire una residenza ad hoc, e aveva presentato all’Inps la documentazione per l’ottenimento del beneficio.
Raggiunto lo scopo l’uomo è ripartito per l’estero. E’ stato quindi denunciato per truffa.