Creolina al “Fiorentino”, tre giorni senza lezioni

Terzo giorno senza lezioni con quello di lunedì al liceo classico “Fiorentino”. La bella giornata di sole ha spinto qualche studente volenteroso a spargere creolina nell’istituto prima della campanella, evitando così l’apertura ad alunni e personale scolastico. Ieri la nauseabonda sostanza ha invaso l’atrio principale dell’istituto, in Via Leonardo Da Vinci. La scoperta è stata fatta dai collaboratori scolastici all’apertura dei cancelli. Per questo il preside ha disposto la chiusura della scuola e l’immediata pulizia degli ambienti. Questo è l’ennesimo episodio che si verifica al liceo classico lametino; anche nella scorsa settimana infatti qual cuno aveva cosparso la scuola della sostanza tossica. E anche in quella occasione gli studenti non hanno fatto lezione. Quella volta però s’era avuto l’accortezza di versare il liquido tossico, che si trova a basso costo nei negozi di prodotti agricoli, da un portoncino sul retro dell’istituto. Qualcuno ha rotto il vetro ed ha gettato sul pavimento la bottiglia senza coperchio, spargendo creolina sul pavimento. Per la sicurezza di tutti anche quella volta il preside ha deciso di chiudere la scuola. Ripulire gli ambienti di creolina, tra l’altro, creano un notevole danno economico alle asfittiche casse degli istituti. Oltre alla beffa c’è il danno. (gazzetta del sud)