Crotone, Focus ‘Ndrangheta: l’attività svolta nell’ultima settimana dalla Polizia di Stato

CROTONE – Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

– arrestata nr. 01 persona;
– deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 01 persona;
– controllate nr. 18 persone sottoposte a misure di sicurezza;
– identificate nr. 688 persone, di cui nr. 10 extracomunitarie;
– controllati nr. 377 veicoli (anche con sistema Mercurio);
– effettuati numerosi posti di controllo;
– elevate nr. 13 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
– effettuate nr. 17 perquisizioni;
– accompagnate nr. 02 persone in Ufficio per identificazione;
– effettuati nr. 38 controlli amministrativi;
– sequestri amministrativi e/o penali nr. 06;
– elevate nr. 10 sanzioni amministrative.

Nella giornata del 9 marzo u.s., personale della Squadra Volanti ha tratto in arresto, B. A. D. rumena, classe 1994 per i reati di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente (7.2 grammi cocaina).
Nella giornata del 12 marzo u.s., personale della Divisione P.A.S.I., unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, ha effettuato controlli amministrativi in località Rocca di Neto (KR), presso due esercizi di internet point – sale giochi, procedendo in uno di questi al sequestro amministrativo di nr. 1 (una) postazione internet, completa di case, display lcd, tastiera e mouse, non rispondente alle caratteristiche di cui ai commi 6 e 7”, ed a elevare al titolare una contestazione amministrativa per un importo edittale pari ad euro 50.000,00 corrispondenti ad euro 10.000,00 in misura ridotta. Inoltre, presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande, è stata constatata la presenza di n.1 dipendente sprovvisto di regolare contratto di assunzione (in nero), pertanto si procedeva ad interessare il competente Ispettorato Territoriale del lavoro di Crotone.
Nella mattinata del 13 marzo u.s., sono stati effettuati controlli amministrativi straordinari interforze presso il mercato rionale di via Giacomo Manna, che hanno visto l’impiego di aliquote di personale della Questura di Crotone, del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, del Reparto Mobile di Reggio Calabria, della Guardia di Finanza e dell’Arma Carabinieri di Crotone, nonché dei N.A.S. dei Carabinieri di Cosenza.
I controlli hanno interessato attività di commercio in forma fissa ed itinerante di generi ortofrutticoli ed ittici presenti all’interno e nelle adiacenze dell’area mercato del rione di via Giacomo Manna.
Nello specifico, la Polizia di Stato ha controllato n. 34 attività di commercio, elevando nr. 9 sanzioni amministrative, per un importo totale di € 38.212,00 ed effettuando nr. 5 sequestri amministrativi per complessivi kg. 1.092,50 circa di prodotti ortofrutticoli.
L’attività interforze ha consentito complessivamente di registrare i seguenti risultati:
– controllate nr. 79 attività commerciali;
– elevate nr. 58 sanzioni amministrative per accertate irregolarità;
– effettuati nr. 10 sequestri amministrativi per un totale di merce sequestrata pari a kg. 1767,5

Si rappresenta che i prodotti ortofrutticoli, dopo aver interessato in merito il sindaco di Crotone, che ne ha disposto la confisca, sono stati devoluti a tre associazioni caritatevoli con sede in questo capoluogo.

Personale della Divisione Polizia Anticrimine ha notificato un provvedimento di D.A.SPO. internazionale nei confronti di S. G., crotonese, classe 1995, di anni 03 (tre) con prescrizioni, già peraltro destinatario in data 28 dicembre 2018 di un precedente provvedimento D.A.SPO. I fatti risalgono agli incontri di calcio “CROTONE – COSENZA” e “CROTONE – SPEZIA” rispettivamente del 26 novembre e 27 dicembre 2018, valevoli per il campionato di “Serie BKT”, allorquando il predetto si rese responsabile dei reati di minaccia a P.U. e di “lancio di materiale pericoloso”, c.d. petardo, nonché di un fumogeno.
Nella serata del 15 marzo u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato amministrativamente al sig. Prefetto, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, un crotonese, classe 1993, poiché trovato in possesso di grammi 2,5 di sostanza stupefacente del tipo marijuana, opportunamente sequestrata.
Nella mattinata del 15 marzo u.s., personale dell’Ufficio Immigrazione ha deferito all’A.G. in stato di libertà, per i reati di “Invasione di terreni e/o edifici” e “inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità”, un cittadino guineano, classe 1998, che, pur essendo state revocate con provvedimento datato 27 novembre 2018 del Prefetto della Provincia di Crotone, le misure di accoglienza presso la stessa struttura, per gravi violazioni del regolamento interno, veniva sorpreso dentro il Centro di accoglienza “Sant’Anna” di Isola di Capo Rizzuto (KR).