Crotone, Polizia di Stato arresta due extracomunitari per scippo e una donna per il furto continuato di energia elettrica

CROTONE – Nella giornata del 29 marzo u.s., personale della Squadra Volanti ha tratto in arresto I. M., crotonese, classe 1962, per il reato di “furto aggravato e continuato” di energia elettrica. In particolare, l’arrestata, proprietaria di uno stabile nella periferia cittadina, dava in fitto i vari appartamenti senza alcuna stipula di contratto di locazione né, tantomeno, quelli relativi alla fornitura di energia elettrica ed acqua, in quanto la stessa, previa manomissione dei contatori, si era abusivamente allacciata alle reti. Nella stessa circostanza, uno degli affittuari del predetto stabile, G. P., crotonese, classe 1961, è stato deferito in stato di libertà per il reato di furto aggravato di energia elettrica.

Nella stessa serata del 29 marzo u.s., personale dell’U.P.G.S.P. ha tratto in arresto, A. F. A., classe 1994 e M. J., classe 1993, entrambi nati in Bangladesh, per il reato di furto con strappo. In particolare, verso le ore 20.10 di ieri, il personale interveniva nei pressi delle Poste Centrali, in quanto era giunta la segnalazione di due ragazze che avevano subito il furto di un telefono cellulare da parte di due extracomunitari, che dopo aver consumato il furto si riavvicinavano alle vittime chiedendo il codice di sblocco del dispositivo mobile e, al rifiuto, davano in escandescenza infrangendo con un pugno il display dello stesso. Una volta bloccati i due soggetti venivano accompagnati in Questura per gli adempimenti di rito e, poco dopo, su disposizione dell’A.G. competente, tradotti in carcere

Infine, personale della Squadra Volanti ha deferito in stato di libertà T. C., crotonese, classe 1968, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Durante il controllo lo stesso veniva trovato in possesso di due boccette di metadone e un coltello a serramanico di 16 cm.