Crotone: rapina e atti persecutori nei confronti della moglie, arrestato 33enne già ai domiciliari

CROTONE – Nella giornata di sabato, personale dell’U.P.G.S.P. ha tratto in arresto P. G., crotonese, classe 1984, per i reati di rapina e atti persecutori nei confronti della propria moglie.
Per il P. G., già al regime degli arresti domiciliari, veniva confermata la predetta misura.
A seguito di ulteriori attività dell’U.P.G.S.P. – Trattazione Atti, e successiva richiesta di aggravamento da parte della Procura, nella giornata odierna, la Sez. GIP del Tribunale di Crotone ha emesso un provvedimento di custodia cautelare in carcere, ritenendo inidonea quella degli arresti domiciliari, precedentemente ordinata.
Il Tribunale accogliendo l’istanza di aggravamento della misura cautelare, ha considerato la pericolosità sociale del soggetto, evidenziata dall’attività info-investigativa dell’U.P.G.S.P., la natura incline a delinquere, del soggetto nonché l’inadeguatezza del regime della restrizione domiciliare che non gli impedisce, di fatto, di ideare e commettere reati, perseverando nella condotta criminosa.
Il P.G., pertanto veniva ristretto presso la locale Casa Circondariale.