E’ di Roberto Straccia il cadevere ritrovato a Bari

roberto_straccia

«L’attività istruttoria svolta consente di ritenere con sufficiente grado di verosimiglianza che il cadavere rinvenuto sia quello di Roberto Straccia». Lo afferma in un comunicato la Procura di Bari riferendosi alle indagini sul cadavere trovato sui frangiflutti del lungomare di Bari-Palese il 7 gennaio scorso.

Ieri anche Mario e Rita sono arrivati a Bari per l’ultimo saluto a Roberto. I coniugi Straccia ieri mattina hanno voluto vedere la salma del figlio. Alle 9 si sono presentati all’istituto di medicina legale del Policlinico di Bari. Sono entrati nella stanza dove è disteso il corpo, quasi irriconoscibile per i troppi giorni passati in acqua (Roberto era scomparso a Pescara dove studiava Lingue lo scorso 14 dicembre quando era uscito alle due del pomeriggio per andare a fare jogging). Mamma e papà hanno detto così addio a Roberto, con loro c’era anche il cappellano del Policlinico don Umberto per dare al giovane la benedizione.