Dichiarazione dell’Assessore Trematerra sulle problematiche legate ai lavoratori delle Comunità montane

L’Assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale -, in relazione all’incontro che ha avuto ieri con le associazioni sindacali per discutere del problema relativo all’erogazione degli stipendi in favore dei lavoratori delle Comunità montane, ha sottolineato come “la Giunta regionale, e con essa il Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione, ha sempre considerato di primaria importanza la risoluzione della questione legata ai lavoratori delle Comunità montane. Ai due milioni di euro, già destinati al pagamento di alcune delle mensilità spettanti agli operatori – ha aggiunto Trematerra -, vanno ora ad aggiungersi ulteriori tre milioni reperiti nell’ambito della manovra di assestamento di bilancio. Con i sindacati abbiamo sempre cercato di stabilire un rapporto di confronto costruttivo finalizzato alla risoluzione delle problematiche: spero che, in questo caso, vengano apprezzati gli sforzi di una Giunta costretta a fronteggiare, in questo periodo, numerose emergenze, spesso determinate da un momento generale di crisi economica. Ora restiamo in attesa delle risorse del fondo di consolidamento che dovranno pervenire dal governo centrale. Auspico che, al più presto, possa trovarsi una soluzione definitiva che possa risolvere, una volta per tutte, un problema che affligge tanti lavoratori onesti: per questo, continuiamo a lavorare, con serietà e senso di responsabilità istituzionale, sulla legge di riforma delle comunità montane. Anche per questo, invito tutti coloro chiamati a svolgere un ruolo attivo in questo delicato momento, a lavorare in funzione del conseguimento di obiettivi condivisi attraverso un atteggiamento istituzionalmente responsabile e costruttivo”.