Donato uno spirometro al reparto di Pediatria

Al reparto di Pediatria dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme è stato donato, dal Centro commerciale “DueMari“, uno spirometro. In occasione delle scorse festività pasquali, il Centro commerciale ha raccolto 1.700 euro, grazie al coinvolgimento di numerosi bambini e ragazzi, che hanno partecipato alla campagna. In nove giorni di animazione sono state decorate e confezionate 250 uova di Pasqua, che sono state successivamente vendute e il cui ricavato, insieme al contributo degli operatori, è servito per l’acquisto dello spirometro, che è uno strumento elettromedicale che serve a valutare la funzione polmonare. Alla donazione era presente il direttore del Centro, Simona Notarianni, di Cogest Italia, che ha spiegato che la scelta di devolvere uno spirometro è stata dettata dallo stesso direttore dell’unità operativa, Ernesto Saullo, che ha tenuto conto delle esigenze del reparto. Ha ringraziato i bambini che hanno collaborato all’iniziativa e gli operatori del Centro commerciale che hanno integrato la somma mancante. Ha poi fatto noto che «il Centro Commerciale durante le prossime festività natalizie realizzerà delle piccole animazioni direttamente nelle corsie dell’ospedale, per portare un sorriso a quei bambini che non possono partecipare fisicamente alle attività di animazione e agli eventi festivi» . La pediatra Mimma Caloiero ha spiegato l’importanza che lo spirometro riveste per la qualità di vita del bambino allergico; ha una doppia valenza: prima per valutare lo stato respiratorio del bambino nel momento della diagnosi e poi per monitorare la terapia, che può essere cambiata se non risulta efficace. Ringraziamenti sono stati espressi dal direttore del dipartimento amministrativo, Ferdinando Cosco. Per Saullo questa donazione è un atto d’amore fatto in modo semplice.