Fiorillo aveva denunciato Patania

Mario Michele Fiorillo aveva denunciato in passato Fortunato Patania per questioni inerenti il pascolo abusivo. Un particolare di fondamentale importanza che aggiunge un tassello importante all’indagine sui due omicidi avvenuti a Vibo Valentia, uno lo scorso venerdì e l’altro la scorsa domenica, a pochi metri uno dall’altro.  Le denunce risalgono a qualche tempo fa e si riferivano alla presenza di animali da pascolo che invadevano il fondo agricolo di Michele Fiorillo poco distante dalla stazione di servizio di proprietà della famiglia Patania. Rapporti, quindi, non buoni tra i due che avevano spinto Fiorillo, agricoltore incensurato 64enne, a comprare una pistola calibro 7.65 dalla quale non si separava mai, soprattutto quando si trovava da solo; come quella mattina di venerdì che, a bordo del suo trattore, stava arando il terreno di sua proprietà. Mentre domenica pomeriggio a Piscopio si officiavano i funerali dell’agricoltore, intorno alla 16,30 a cadere sotto i colpi di pistola è stato Patania. Nella serata di domenica, nel corso delle prime perlustrazioni, effettuate lungo tutta la vallata del Mesima, è stata trovata l’auto, una Fiat Punto, completamente carbonizzata, risultata rubata qualche giorno prima a Vibo Marina. All’interno i Carabinieri hanno rinvenuto una pistola, che molto probabilmente potrebbe essere l’arma con la quale è stato ucciso Fortunato Patania. Sarà comunque la perizia balistica a doverlo stabilire. Per il momento nessun elemento concreto è ancora in mano agli investigatori, anche se nella notte di domenica sono stati effettuati una serie di perquisizioni in abitazioni di personaggi sospetti tra Piscopio, Stefanacoli, Vibo Valentia e San Gregorio d’Ippona. “Questi omicidi – ha commentato il procuratore Mario Spagnuolo al termine del vertice che ieri mattina ha presieduto con le forze dell’ordine al quale hanno preso parte coloro i quali stanno operando sui due omicidi – dimostrano che siamo in presenza di una sub cultura che assegna alla violenza criminale la soluzione dei conflitti privati. Dall’inizio dell’anno siamo la provincia con il maggior numero di omicidi e tentati omicidi”. Stamane il medico legale Katiuscia Bisogni effettuerà l’autopsia sul corpo di Patania per meglio stabilire la dinamica della barbara esecuzione.