FISICA: ITALIANO SCOPRE CHE I NEUTRINI SONO PIÙ VELOCI DELLA LUCE

Il Cern di Ginevra ha inflitto un duro colpo ad uno degli assiomi della relativita’ di Albert Einstein, secondo il quale nell’universo niente puo’ superare il limite della velocita’ della luce. Un team di ricercatori guidato dall’italiano Antonio Ereditato ha registrato che i neutrini, le particelle piu’ piccole e cosi’ sfuggente da atraversare qualsiasi solido, hanno superato i 300.000 chilometri al secondo. Ereditato, che lavora al centro di fisica delle particelle del Cern, ha raccontato che nel corso di tre anni di misurazioni e’ stato verificato che i neutrini si muovo 60 nanosecondi (un tempo infinetesimale) oltre la velocita’ della luce sulla distanza di 730 km tra Ginevra, sede del Cerne, e il Gran Sasso, sede del laboratorio dell’Istituto di Fisica Nazionale (Infn) “Siamo piuttosto certi dei nostri risultati ma abbiamo bisogno che altri colleghi li confermino“, ha dichiarato Ereditato. (AGI) .