FONDAZIONE CAMPANELLA: avviato formalmente il licenziamento di 180 dipendenti

003

Dal primo agosto le unità operative non oncologiche della Campanella saranno trasferite all’Azienda ospedaliero-universitaria Mater Domini ma il personale addetto non potrà seguirle perché assunto senza pubblico concorso. Da qui i 180 esuberi che saranno posti d’ufficio in ferie in attesa del licenziamento. Già diversi dipendenti sono in questa condizione.
Per la Fondazione si tratta di una «scelta obbligata», dovendo attenersi al limite di soli 78 lavoratori che verranno individuati sulla base di criteri oggettivi stabiliti dalla legge (anzianità di servizio e carico familiare). Il centro oncologico però non è al sicuro: in base al nuovo Patto della Salute le case di cura private dovranno avere una dotazione di almeno 60 posti letto oppure dovranno chiudere. (Gazzetta del Sud – B.ca.)