Genova va a pezzi dopo l’alluvione: si aprono voragini in strada, un tir ci cade dentro

Nessuna ferita per il conducente ma il traffico della città va in tilt. La Liguria chiede aiuto al Friuli

Tragedia sfiorata a Genova nel quartiere di San Fruttuoso. In un’area di parcheggio dove le forti piogge dei giorni scorsi avevano creato una voragine nell’asfalto, che è stata coperta con un ponte provvisorio, si è aperto un nuovo cratere in cui è finito un camion. Il conducente del mezzo, che è stato rimosso dai vigili del fuoco, si è miracolosamente salvato, senza riportare alcuna ferita ma l’incidente ha mandato letteralmente in tilt il traffico.

La Liguria chiede aiuto al Friuli La Regione Friuli Venezia Giulia ha ricevuto dalla Liguria una ulteriore richiesta di aiuto a seguito dell’alluvione. Servono uomini e mezzi per il rilevamento idrogeologico della mappatura delle zone alluvionate; un’attività di precisione che la Protezione civile del Friuli Venezia Giulia è in grado di realizzare grazie agli investimenti in tecnologie, attrezzature e preparazione dei tecnici. Nei giorni scorsi, la Regione Friuli Venezia Giulia ha già inviato in Liguria un tema di tecnici e 40 volontari della Protezione civile.

Identificata la vittima recuperata in Francia E’ di Sauro Picconcelli, 51 anni, scomparso da Vernazza il 25 ottobre scorso durante l’alluvione, il cadavere recuperato il 3 novembre scorso nel mare di fronte a Saint Tropez. Il corpo è stato identificato dalla polizia francese e riconosciuto dagli stessi familiari di Picconcelli. Si attende ora il riconoscimento degli altri due corpi recuperati in mare in Francia, che dovrebbero essere i resti di Giuseppina Carro e Giuseppe Giannoni, anche loro scomparsi in mare a Vernazza durante l’alluvione. (tgcom)