Il pronto soccorso di Soveria Mannelli si avvarrà dell’astanteria

Il direttore generale dell’Asp, Gerardo Mancuso, ha incontrato a Lamezia Terme i rappresentanti del comitato pro ospedale di Soveria Mannelli. Nel corso dell’incontro, Mancuso ha annunciato che sarà ridisegnato il pronto soccorso che potrà avvalersi dell’astanteria mentre manterrà la sua specificità nell’arco dell 24 ore con connesso servizio di astanteria. Previsto anche il servizio ambulatoriale di chirurgia, ortopedia, ginecologia, chirurgia plastico e maxillo facciale, otorinolaringoiatria e dermatologia nonchè l’acquisito di un nuovo ecografo mentre la nuova Tac potrebbe arrivare nel 2012. E per la cardiologia sono previsti gli acquisti di nuovi holter e della strumentazione per l’elettrocardiogramma da sforzo. E per quanto riguarda l’ortopedia al centro di defezioni strumentali da inviare a Lamezia, Mancuso ha detto che dovranno intermodularsi tra le due strutture e qualora si dovesse rendere necessario l’uso delle stesse potranno anche essere utilizzate a Soveria. L’azienda da quanto fatto emergere, punta anche sulla telemedicina, mentre a breve saranno trasferiti nell’ospedale sia la Saub che il Consultorio. E in futuro si cercheranno soluzioni nuove, non ultime quelle di istituire nella struttura varie discipline riabilitative che potranno occupare anche più di 70 posti. Per Mancuso, quindi, se molte cose non si sono realizzate molte responsabilità vanno cercate proprio in alcuni operatori dell’ospedale “che remando contro”, invece di velocizzare i tempi e risolvere i problemi permangono il vero tallone d’Achille. Concludendo Mancuso ha invitato i referenti del Comitato a sottoporgli direttamente ogni situazione che si prospettasse nel prossimo futuro e dipendente dal cattivo funzionamento della macchina amministrativa.