Il ragazzo con l’estintore resta in carcere

Il giovane 24enne si difende: ‘Non volevo fare del male’

Resta in carcere Fabrizio Filippi, 24anni, noto come ‘Er Peliccia’, arrestato per gli scontri di sabato a Roma. Lo ha deciso il Gip al termine dell’udienza di convalida. Filippi, ritratto in alcune foto mentre scaglia un estintore contro le forze dell’ordine, era stato arrestato lunedì scorso: è accusato di resistenza pluriaggravata.

A ‘Er pelliccia’, questo il soprannome del ragazzo, non sarebbe contestata l’azione di gruppo come, invece, per gli altri dodici arrestati. La difesa del giovane valuterà, alla luce del provvedimento emesso dal gip, se presentare ricorso al riesame.

RAGAZZO CON ESTINTORE, NON VOLEVO FARE DEL MALE – “Non volevo fare male nessuno, ho tirato quell’estintore preso dalla concitazione del momento, non avevo obiettivi da colpiré. Così Fabrizio Filippi ha ricostruito al gip Paola Della Monica quanto avvenuto sabato durante gli scontri a Roma. Il giovane nel corso dell’interrogatorio di convalida avrebbe detto che era sua intenzione presentarsi ai carabinieri spontaneamente, sollecitato anche dalla famiglia, ma la Digos ha anticipato le sue intenzione arrestandolo lunedì a Bassano Romano.