Imam detenuto per terrorismo minaccia ministri con familiari

Contenuto conversazioni depositate durante udienza riesame

Dopo la notizia della morte di Osama Bin Landen, l’imam di Sellia Marina, M’Hamed Garouan, arrestato in un’inchiesta della Procura di Catanzaro, pronunciò, durante i colloqui in carcere con i familiari, delle minacce nei confronti di alcuni ministri italiani tra cui Franco Frattini, Roberto Calderoli e Roberto Maroni. Il contenuto delle conversazioni è stato depositato stamane nell’udienza dinanzi al tribunale della libertà di Catanzaro per per la richiesta di scarcerazione dell’imam