Incendiata l’auto della madre di Daniele Gatto

Nella notte tra venerdì e sabato un incendio ha distrutto l’auto della madre di Daniele Gatto, il ventinovenne arrestato il 31 ottobre scorso a Lamezia Terme per avere ucciso la fidanzata Adelina Bruno. Non è ancora stato accertato, però, se l’incendio dell’autovettura Renault Megane sia di origine dolosa o accidentale. Questo dovranno accertarlo i vigili del fuoco e i carabinieri di Lamezia Terme.

Dal 31 ottobre scorso Gatto si trova in carcere. L’auto intestata alla madre di Gatto, che era in sosta in via Mario Paola, è stata distrutta dalle fiamme. Resta ora da stabilire se qualcuno ha messo fuoco all’auto oppure è andata a fuoco a causa di un’autocombustione. Ovviamente se prima non viene stabilito questo sulla vicenda gli investigatori non formulano nessuna ipotesi.