Intimidazione ad un’attività commerciale in Via Sele

E’ stata lasciata davanti a una attività commerciale di Via Sele una bottiglia di plastica contenente del liquido infiammabile con affianco degli accendini. Il classico avviso di pagamento.  Ma al momento gli agenti della polizia di Stato non intendono classificare questo gesto, in quanto vogliono essere sicuri che si tratti di un’intimidazione, poiché il gestore dell’attività commerciale non avrebbe ricevuto alcuna minaccia né richiesta di pagare il pizzo.  Gli agenti stanno valutando ogni ipotesi, anche quella dell’intimidazione nei confronti del proprietario dell’attività commerciale. Sul nome del titolare dell’esercizio commerciale gli investigatori mantengono il massimo riserbo. Gli agenti stanno vagliando una serie di elementi che potrebbero in qualche modo portare all’identificazione dell’autore materiale del gesto intimidatorio. È l’ottava bottiglia intimidatoria che viene recapitata in città in due settimane. La prime 4 furono sistemate davanti a due supermercati e due attività commerciali nella zona di Via Scarpino il 10 ottobre scorso. Altre furono consegnate dopo 4 giorni.