Lamezia, Associazione Quartiere Capizzaglie: “Discarica abusiva vicino cassonetti, vogliamo la raccolta differenziata”

LAMEZIA TERME – «Ormai è una vera e propria discarica a cielo aperto. Gli operatori ecologici raccolgono l’immondizia dentro i cassonetti ma spesso lasciano perdere tutto lo schifo che c’è attorno, facendo aumentare gli accumuli». Sono appena scattate le 12 quando intercettiamo un cittadino intento a buttare la spazzatura, fuori dagli orari consentiti, dentro i contenitori di via G.Amendola, nel quartiere di Capizzaglie. L’uomo racconta la genesi della nascita di una vera e propria discarica abusiva che «ormai da tempo interessa questa zona». Accanto ai cassonetti dei rifiuti urbani è possibile trovare di tutto.
Ci sono i resti di un televisore e quelli di una camera da letto ma non solo. Accatastati compaiono pure dei sacchetti pieni di calcinacci provenienti da qualche cantiere edile, gomme, eternit, materassi e numerosi vestiti. «La situazione peggiora durante la notte – proseguono i componenti dell’associazione -. Dopo che tutti hanno buttato l’immondizia ci troviamo davanti a cumuli alti metri». Adesso la situazione potrebbe addirittura peggiorare: «Con il caldo aumentata la puzza e magari in mezzo ci sono pure dei topi».
Inutile dire che della differenziata non c’è nemmeno l’ombra. In questa zona della città, non ancora servita dal servizio di raccolta porta a porta, i cittadini dovrebbero buttare l’immondizia negli appositi contenitori soltanto dopo averla separata. L’Associazione “Quartiere Capizzaglie” lancia l’ennesimo appello ai commissari prefettizi di Lamezia terme affinché anche nel nostro quartiere venga attivata la raccolta differenziata per eliminare per sempre i cassonetti e le discariche abusive nel quartiere.

 

Associazione “Quartiere Capizzaglie”