Lamezia, il Coordinamento Sanità 19 marzo ricevuto da Giuseppe D’Ippolito e Domenico Furgiuele

LAMEZIA TERME – “Nella serata di ieri, ci siamo subito attivati per quanto riguarda il servizio di sterilizzazione presso il Giovanni Paolo II, siamo stati rassicurati dal sempre disponibile Direttore Perri, e di conseguenza rendiamo noto, sul fatto che già giovedì sarà disponibile una nuova macchina utile.

Soprattutto, poi, dopo le scorse elezioni politiche del 4 marzo siamo sicuramente rimasti contenti del fatto che esponenti dei maggiori partiti rappresentanti del territorio lametino si siano insediati in Parlamento.
Ieri, dopo aver contattato l’On. Furgiuele e l’On. D’Ippolito M5s siamo stati ricevuti dagli stessi e ci siamo reciprocamente detti che entrambi vogliamo, sopra ogni cosa, che la Città di Lamezia Terme in ambito sanitario ed ospedaliero venga rispettata per come merita.

L’impegno politico ci aspettiamo dunque ora che sarà maggiore rispetto a quanto fino ad ora altri partiti (non) ci hanno dimostrato. I partiti non possono certo essere tagliati fuori, o restare inermi, solo perché la Sanità in Calabria è commissariata. A Lamezia serve maggiore forza nelle stanze che contano, sui tavoli che contano. Non è più possibile tollerare un atteggiamento, come quello del Presidente Oliverio, passivo delle istituzioni che contano.

Abbiamo già poche settimane fa incontrato di nuovo esponenti regionali (non il Presidente per sua assenza), ci dispiace per le dimissioni di una persona come il Dott. Zito, verso di noi disponibile, e continuiamo quindi a chiedere al Commissario Scura adesso di riceverci.

Molte delle questioni portate avanti fino ad oggi, e che continueremo a portare con sempre maggiore forza avanti, dipendono certamente da una volontà politica e non tecnica: si veda ciò che riguarda la TIN e il servizio Emodinamica”.

Coordinamento Sanità 19 marzo