Lamezia, il violoncellista Enrico Dindo in concerto a Palazzo Guzzi

Lamezia Terme – Domenica 11 novembre 2018 alle h 18,30 presso la sede dell’AMA Calabria in via P. Celli, 23 avrà luogo un vero e proprio evento tanto per l’originalità della proposta che per la qualità degli interpreti. Protagonista della serata organizzata da AMA Calabria con il sostegno del MiBAC, della Regione Calabria il grande violoncellista Enrico Dindo accompagnato al pianoforte dal M° Andrea Dindo.
Il concerto è realizzato nell’ambito del progetto Circolazione Musicale in Italia promosso dal CIDIM, Comitato Nazionale Italiano Musica per favorire la presenza di grandi interpreti di valore internazionale anche nelle realtà decentrate del paese.
Enrico Dindo, dopo aver vinto nel 1997 il Primo Premio al Concorso “Rostropovich” di Parigi, inizia una brillante attività concertistica internazionale anche come solista con prestigiose orchestre dirette, fra gli altri, da Riccardo Chailly, Aldo Ceccato, Myung-Whun Chung, Valery Gergev, Riccardo Muti e lo stesso Mstislav Rostropovich. Regolarmente ospite per i più prestigiosi festivals di tutto il mondo, ha fondato I Solisti di Pavia. Nel 2001 Enrico Dindo ha iniziato a dirigere e recentemente ha guidato l’Orchestra Giovanile Italiana e quelle della Svizzera Italiana e della Filarmonica della Scala. Nel 2014 è stato nominato direttore musicale e principale dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria. Insegna presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Nel 2012 è stato nominato Accademico di Santa Cecilia. Con la Chandos ha pubblicato i concerti di Shostakovich, incisi con la Danish National Orchestra, diretta da Gianandrea Noseda. Suona un violoncello Pietro Giacomo Rogeri (ex Piatti) del 1717 affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.
Andrea Dindo, premiato al Concorso di Musica da Camera di Parigi, ha tenuto concerti in prestigiose sale quali la Weill Recital Hall at Carnegie Hall di New York, la Pablo Casals Hall di Tokyo, per Radio France , la Wigmore Hall e la Royal Academy di Londra. Ha inciso per per le etichette Agorà, Harmonia Mundi France, Velut Luna e JVC Victor Japan e per il mensile Amadeus in un’ integrale lisztiana del repertorio per violino e pianoforte. Accanto alla carriera di pianista svolge un’intensa attività come direttore d’orchestra. E’ membro titolare del progetto internazionale “Con Verdi nel Mondo” nell’ambito delle iniziative promosse dall’Orchestra dell’Opera Italiana (ex orchestra del Teatro Regio di Parma) con recenti concerti a San Paolo e Rio de Janeiro e in Svezia e Danimarca. E’ docente di Pratica del repertorio operistico nell’alta formazione del Conservatorio “Bonporti” di Trento e di Musica da Camera presso la Steinway Society di Verona.
In programma le 12 Variazioni in fa maggiore per violoncello e pianoforte, op. 66 sul tema Ein Madchen oder Weibchen dall’opera “Die Zauberflote” di W.A. Mozart di Ludwig van Beethoven, la Sonata in la minore per arpeggione e pianoforte, D. 821 di Franz Schubert, la Sonata di Claude Debussy, la Sonata op. 119 di Sergey Prokofiev.