Lamezia, le proposte di Confartigianato sulla manovra finanziaria 2018: incontro con i parlamentari calabresi

LAMEZIA TERME – La legge di bilancio 2018 e il decreto legge fiscale hanno iniziato il loro cammino in Parlamento. Confartigianato è impegnata a seguirne il percorso con un pressing assiduo nei confronti dei Parlamentari per sollecitare misure a sostegno degli artigiani e delle piccole imprese.
Un impegno che si esprime in tutti i territori del Paese e che vede Confartigianato Imprese Calabria in prima fila nell’attività di sensibilizzazione dei rappresentanti politici della Regione.
Proprio per questo la Federazione ha organizzato venerdì 17 novembre, alle ore 15, a Lamezia Terme, presso il T-Hotel, un incontro aperto a tutti i Deputati e i Senatori calabresi per illustrare le proposte sulla manovra di bilancio e il decreto legge fiscale, con particolare attenzione a quelle che valorizzino il territorio regionale.
All’incontro interverranno il Presidente di Confartigianato Imprese Calabria Roberto Matragrano, il Segretario Silvano Barbalace, il Vice Presidente di Confartigianato Imprese nazionale Filippo Ribisi, la responsabile della Direzione Relazioni Istituzionali di Confartigianato Imprese nazionale Stefania Multari.
Si tratta di un’occasione preziosa offerta ai rappresentanti politici regionali per conoscere le aspettative dell’artigianato e delle piccole imprese calabresi e dare voce in Parlamento alle loro esigenze di sviluppo.
La manovra economica e il decreto fiscale contengono numerose misure di rilevante impatto per gli imprenditori. Molte di esse vanno modificate, molte devono essere migliorate. Secondo Confartigianato, infatti, il forte impegno del Governo per sterilizzare le clausole di salvaguardia non deve ostacolare misure molto attese dagli imprenditori per ridurre il carico fiscale. In particolare, la Confederazione punta sul riporto delle perdite per le imprese che adottano il regime di cassa e che riguarda 2 milioni di soggetti, la deducibilità dell’Imu sugli immobili strumentali delle imprese, l’incremento della franchigia Irap per le piccole imprese. Confartigianato si aspetta di più anche sul fronte degli incentivi all’occupazione giovanile, anche se apprezza il fatto che per la prima volta gli sgravi contributivi per i primi 3 anni di contratto si applicano anche ai giovani che hanno svolto periodo di apprendistato. In tema di incentivi, si può fare di più per accompagnare le piccole imprese sulla strada dell’innovazione e per sostenere settori come, ad esempio, l’edilizia che stenta a manifestare segni di ripresa e ha quindi necessità di interventi strutturali e stabili nel tempo. L’incontro di domani consentirà di focalizzare l’attenzione sulle misure necessarie a sostenere le imprese del Mezzogiorno, aiutarle ad uscire dal tunnel della crisi ed accompagnarle in un percorso di sviluppo.
L’iniziativa promossa da Confartigianato Imprese Calabria offre ai Parlamentari della regione l’opportunità di ascoltare le ragioni di quegli imprenditori che si battono ogni giorno per resistere alle difficoltà e per continuare a creare reddito e occupazione. Ascoltare l’economia reale, rappresentarne le aspettative in Parlamento, offrire risposte, significa contribuire a costruire il futuro della nostra economia, di quella calabrese, del mezzogiorno e dell’Italia tutta.