Lamezia, parte il corso Visioni Civiche: ieri e oggi a lezione di giornalismo civico con Rosy Battaglia di Cittadini Reattivi

LAMEZIA TERME – Con il video messaggio di Massimo Bray, Direttore dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, è partito ieri il corso Visioni Civiche: “La visione è fondamentale, dobbiamo tornare ad avere fiducia nella ripartenza dell’Italia. Che questo corso sia anche un modo per trasferire ai giovani una nuova fiducia e il coraggio e la voglia di combattere per far crescere il nostro Paese”.
All’open day di presentazione del corso, insieme ai 27 partecipanti provenienti dal lametino e non solo, erano presenti anche il commissario prefettizio di Lamezia Terme Francesco Alecci e Maria Teresa Morano, del cda della Fondazione Trame.
“Vi auguro un buon lavoro, – ha commentato Alecci – questo è un progetto di grande valore che vi affida un compito importante, quello di fare i cittadini attivi, responsabili. Nella lotta alla mafia e all’illegalità è necessario che tutti facciano la propria parte: gli imprenditori, i commercianti, i giornalisti, i cittadini. Le porte del Comune sono sempre aperte, vi esorto a collaborare e a dialogare con le istituzioni per vincere insieme la battaglia alla criminalità”. Maria Teresa Morano ha poi sottolineato l’importanza di questo progetto per la Fondazione Trame: “Siamo convinti della necessità di una maggiore partecipazione alla vita sociale della nostra comunità. L’esigenza è quella di mettere a fuoco e approfondire maggiormente i problemi. Ci siamo resi conto che molte delle situazioni che ci circondando necessitano di una lettura più attenta. Partire da una buona lezione di giornalismo e di partecipazione civica, ci è sembrato fondamentale”.
Le prime due giornate di corso sul tema specifico del giornalismo civico, sono state condotte da Rosy Battaglia, giornalista d’inchiesta e fondatrice di Cittadini Reattivi, associazione che si batte per la trasparenza e il diritto di accesso alle informazioni: “Bisogna indagare a fondo nei varchi lasciati dalle istituzioni, spazi che permettono l’inserimento dei gruppi criminali”. Visioni Civiche ha, infatti, l’obiettivo di fornire ai partecipanti gli strumenti per trovare storie e informazioni, scrivere e documentare la realtà a partire dai bisogni dei cittadini, con il fine, non secondario, di contaminare positivamente la comunità e riattivare la partecipazione democratica.
Incontri con giornalisti ed esperti, lezioni teoriche e strumenti di lavoro del giornalismo civico e d’inchiesta, nozioni tecniche di video ripresa e montaggio e project work per le strade della città: il percorso della durata di 8 mesi circa proseguirà fino a giugno 2019, quando le inchieste realizzate sul territorio saranno presentate alla IX edizione di Trame, Festival dei libri sulle mafie.
Visioni Civiche è un progetto realizzato da Fondazione Trame in collaborazione con ALA (Associazione Antiracket Lamezia Onlus), vincitore del bando Prendi Parte! Agire e pensare creativo ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per promuovere l’inclusione culturale dei giovani nelle aree caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale.