Lamezia, recital della pianista Elina Cherchesova a Palazzo Guzzi

Lamezia Terme – Domenica 18 marzo 2018 alle h 18,30 presso la sede dell’AMA Calabria sita in via P. Celli 23 Nicastro Palazzo Guzzi avrà luogo un recital della pianista Elina Cherchesova. La manifestazione, sostenuta dal MiBACT e dall’ assessorato regionale alla Cultura, permetterà al pubblico di conoscere una giovane pianista russa naturalizzata italiana.
Elina Cherchesova, diplomata con lode al College Musicale Gnessin di Mosca con Irina Naumova, si laurea con lode all’Accademia Russa della Musica Gnessin, sotto la guida di Mikhail Arkadiev. È vincitrice di numerosi concorsi nazionali, si esibisce presso importanti sale da concerto della Russia, Italia ed altri Paesi d’Europa, nella triplice veste, solista, formazioni da camera e con famose Orchestre Sinfoniche. Ha studiato composizione e direzione d’orchestra sotto la guida di Mikhail Arkadiev. Suoi lavori sono eseguiti in Russia come in Italia da prestigiosi musicisti. Ha seguito masterclass tenuti da Ivan Sokolov, Alexey Sultanov, Edith Murano, Michele Marvulli, Cristiano Burato, Sergio Perticaroli, Aldo Ciccolini, François-Joël Thiollier. È Vincitrice di numerosi concorsi pianistici e ha conseguito la sua seconda Laurea presso il Conservatorio di Cosenza, sotto la guida del M° Antonella Calvelli, con il massimo dei voti la lode e la menzione. Collabora con musicisti di chiara fama mondiale e ha rappresentato il Conservatorio di musica di Cosenza, esibendosi da solista per RAI EDUCATION. Organizza, in qualità di Direttore Artistico, la stagione concertistica denominata Ionio International Music Festival. È membro di giuria in concorsi nazionali ed internazionali. È Docente di pianoforte principale e Direttore artistico dell’Accademia Musicale Gustav Mahler, sede di Trebisacce. In qualità di Docente, ha riscosso notevoli successi da parte dei propri allievi i quali, risultano vincitori d’importanti concorsi Nazionali.
Di grande interesse il programma che prevede l’interpretazione della Sonata op. 30 n. 6 in do minore Hob: XVI:20 di Franz Joseph Haydn, dei preludi op. 23 di Sergej Rachmaninov e della Sonata di Elina Cherchesova.