LAMEZIA TERME – Operazione “Virgo Fidelis”. Tratte in arresto 4 persone, sequestrate 1 kg di marijuana, 60 gr di cocaina e 1.400 euro

operazione_virgo_fidelis_400

Immediato è scattato l’inseguimento di tutte le pattuglie in circuito che hanno  proceduto, prima in auto e successivamente a piedi a stare dietro ai due soggetti bloccati ed identificati in COSTANTINO Vincenzo, classe 92, e I.N. classe 96. Durante la disperata fuga i due cercavano di disfarsi di una bustina che subito recuperata dagli operanti risultava contenere 1.400,00 euro. La somma nonché la disperata fuga dei due ragazzi ha sin da subito insospettito i militari che non convinti del racconto sconclusionato e poco credibile, hanno avviato un lavoro di analisi dei contatti e degli appuntamenti, hanno compiuto perquisizioni a tappeto e condotto minuziosi accertamenti a seguito dei quali si è compreso come la somma rinvenuta fosse destinata a “qualcosa” proveniente dal reggino sul treno in arrivo da Catanzaro e che avrebbe effettuato la fermata alla Stazione Ferroviaria di Nicastro alle ore 15.26.
È  stato dunque disposto un servizio ad hoc, composto da circa 20 uomini in divisa e in abiti civili, monitorando senza soluzione di continuità l’intera Stazione ferroviaria. Alle 15.21 due ragazzi, identificati successivamente in MARRAPODI Vincenzo, classe 95 di Benestare, e STRATI Antonio classe 92 di Bovalino, con fare sospetto scendevano come previsto dal predetto treno con una borsa di scarpe al seguito. Immediatamente bloccati e perquisiti, all’interno della custodia in panno nella scatola di scarpe veniva rinvenuto un pacco di 1 chilogrammo e 100 risultato contenere sostanza stupefacente del tipo marijuana, unitamente ad un pezzo di cocaina allo stato puro del peso di 60 grammi. Sono stati dunque condotti in caserma e, a seguito dei gravi indizi di reato accertati i quattro soggetti venivano tutti dichiarati in stato di arresto e così come disposto dalle competenti Autorità Giudiziarie, i tre maggiorenni sono stati tutti associati alla Casa Circondariale di Lamezia Terme, mentre il minore è stato condotto al C.P.O. di Catanzaro.
Ancora un segnale forte ed uno scacco deciso da parte dell’Arma locale teso a contrastare il mercato della droga.