Lamezia Terme: scoperta casa appuntamento a S.Eufemia.

E’ stata una denuncia anonima questa volta a mettere sulle tracce dell’ennesima casa di prostituzione la Municipale. Cittadini evidentemente infastiditi dal via vai e dai rumori molesti, si sono rivolti in maniera anonima ai Vigili Urbani,  consentendo un ulteriore blitz che ha portato ad individuare e chiudere un’altra casa di appuntamenti. Questa volta a S. Eufemia, nei pressi della Chiesa di S. Giovanni Battista. Una cittadina italiana, N.S. di 53 anni, pregiudicata per reati simili, residente a Arenzano in provincia di Genova, è stata denunciata per favoreggiamento della prostituzione. Nell’ambito della perquisizione locale e personale, sono stati rinvenuti e sequestrati un’agenda, sei telefonini, e numerosi profilattici. Fingendosi clienti, gli uomini del Comandante Zucco si sono introdotti nell’appartamento ed hanno accertato che le tariffe per una prestazione arrivano anche a cento euro. Dopo gli accertamenti rituali e l’identificazione dell’altra signora, anch’ella italiana, la N.S. è stata denunciata per violazione della legge Merlin.