L’azione legale, spiega il comunicato, e’ rivolta al fotomontaggio “nel quale appare l’immagine del Santo Padre con modalita’, tipicamente commerciali, ritenute lesive non soltanto della dignita’ del Papa e della Chiesa cattolica, ma anche della sensibili

L’iniziativa della Segreteria di Stato fa seguito alla diffusione, ieri, nell’ambito della nuova campagna pubblicitaria shock della Benetton, di un fotomontaggio in cui Benedetto XVI bacia l’imam del Cairo. Una gigantografia del fotomontaggio era stata srotolata a Roma, vicino Castel Sant’Angelo, venendo ripresa dai fotografi. Poco dopo, attraverso il web, l’immagine aveva fatto il giro del mondo. Gia’ mercoledi’ sera, il Vaticano, tramite il suo portavoce, padre Federico Lombardi, aveva annunciato la valutazione di misure legali da intraprendere contro “un uso del tutto inaccettabile dell’immagine” del Papa. L’Imam del Cairo: “Manifesto irresponsabile e assurdo”. Un consigliere del grande Imam della moschea di Al Azhar al Cairo (massima istituzione dell’islam sunnita) ha definito “irresponsabile e assurdo” il fotomontaggio pubblicitario di Benetton che mostra il Papa Benedetto XVI che bacia sulla bocca il grande Imam, Ahmed al-Tayyeb. (tgcom)