Locri, nasce la prima “stanza” dedicata alle vittime di violenze

LOCRI – Nasce a Locri la prima “stanza” dedicata alle vittime di abusi e violenze in Calabria. L’iniziativa è frutto del progetto “Una stanza tutta per sé”, promossa dal Soroptimist e Arma dei Carabinieri per la realizzazione, all’interno delle caserme, di “punti d’ascolto” e di “ricezione denunce” per le donne e/o bambini, vittime di abusi e di violenze. “L’obiettivo del progetto, che prende il nome da un celebre saggio della scrittrice Virginia Woolf – è detto in un comunicato – è quello di mettere a disposizione un’area accogliente e riservata, ovvero un ambiente il più possibile protetto, per tutte quelle persone vittime di violenze e soprusi, al fine di assecondare il loro bisogno di sentirsi a proprio agio e ‘al sicuro’, per meglio relazionarsi con gli inquirenti nella ‘fase della denuncia'”.
La stanza, isolata dagli altri uffici, è stata realizzata tenendo conto di colori delle pareti, arredi e materiale che possono influire sullo stato psicologico della vittima.