L’udienza slitta per l’assenza dei periti dovuta al maltempo

I consulenti della difesa non sono riusciti a raggiungere la Calabria dalla Sicilia per il maltempo e l’udienza del processo sull’omicidio di Roberto Amendola slitta al 7 dicembre prossimo. Davanti alla Corte d’Assise di Catanzaro  ieri mattina infatti dovevano essere escussi i periti della difesa relativamente ai residui di polvere da sparo e ai rilievi del Gps satellitare. Per la loro assenza quindi l’udienza è stata rinviata al prossimo 7 dicembre. Sull’omicidio del giovane Roberto Amendola sono imputati i fratelli Aldo e Aurelio Notarianni e Domenico Giampà. Il ventiquattrenne Roberto Amendola, come si ricorda, è stato giustiziato la sera del 13 novembre 2008 con due colpi di pistola alla testa all’interno della Lancia Y di proprietà della madre e poi data alle fiamme con all’interno il cadavere. L’auto in fiamme con all’interno il cadavere era stata trovata in una strada di campagna di via dei Brutii.